I neroazzurri entrano nel mondo del gioco virtuale

Inter e Team Qlash insieme nel mondo eSports: c’è anche il tranese Sergio Porcelli

La partnership, annunciata online con il calciatore Bastoni, riguarderà la eSerie A e non solo

Altri Sport
Trani domenica 16 febbraio 2020
di Vincenzo Avveniente
Sergio Porcelli (al centro)
Sergio Porcelli (al centro) © n.c.

Una storica partnership, quella tra la F.C. Internazionale Milano 1908 ed il Team Qlash, che porta i neroazzurri all’interno del mondo virtuale del gioco e contestualmente premia l’ottimo lavoro svolto dalla società di community gaming ed eSports. Game Manager delle due piattaforme ludiche interessate, nello specifico FIFA e PES, sarà il ventuduenne tranese Sergio Porcelli (già intervistato dalla nostra redazione in due precedenti articoli).

Quella che è la consacrazione dell’ottimo lavoro svolto dal Team Qlash nell’ambito degli eSports, ha la sua matrice nella decisione della Lega Serie A di creare un campionato virtuale chiamato eSerie A e parallelo al campionato di calcio reale. Le varie società della massima serie saranno chiamate a partecipare alla suddetta competizione, dotandosi quindi di propri “atleti virtuali” rispettivamente sia per FIFA che per PES.

Per quanto riguarda direttamente la società neroazzurra, l’accordo stipulato prevederà la formazione della divisione eSports all’interno della stessa dal nome “Inter | QLASH Esport”. “Noi di Qlash ci occuperemo a 360 gradi della gestione del brand Inter | QLASH Esport e rappresenteremo i nerazzurri nelle varie competizioni a cui prenderemo parte durante il corso dell'anno - spiega Sergio Porcelli - Nello specifico, sarò io a supervisionare e gestire quella che è la squadra dell'Inter eSport”. Questa collaborazione partirà in occasione dell'omonimo campionato virtuale eSerie A, ma andrà oltre il singolo evento poichè sono in programma alcune attività con l’Inter legate anche al territorio nazionale e che prevederanno sia eventi dal vivo che iniziative online.

Il roster che andrà a comporre la squadra dell'Inter avrà due campioni dei rispettivi videogiochi: il primo (Diego 'CrazyFatGamer' Campagnani) è attualmente numero 1 nel ranking mondiale di FIFA mentre il secondo (Luigi 'Kirito' Loffredo) è vice campione italiano di PES. “Il ragazzo di FIFA è lo stesso con cui abbiamo esordito quando, dopo essere stato ascoltato e dopo che Qlash ha creduto in me e in ciò che proponevo, nell'Aprile 2018 abbiamo vinto il campionato italiano di FIFA 18” racconta il giovane tranese, che aggiunge “ Fino a quel momento, Qlash non aveva alcun giocatore professionista di FIFA ma con molta testardaggine mi sono proposto per prendere in mano l'incarico e dopo due anni ci troviamo sulla vetta delle classifiche mondiali, con tanti sacrifici alle spalle”. Per quanto riguarda invece Pes “Il team, anch'esso vincente, è arrivato solo ad Agosto 2019 quando ho deciso, assieme alla società Qlash, che fosse il momento di puntare anche su quel titolo di gioco. Da li a qualche mese, sarebbe arrivata poi la eNazionale Italiana, dove è presente inoltre uno dei nostri ragazzi”.

Ufficializzato sulle piattaforme social lo scorso 11 febbraio, il club nerazzurro è stato rappresentato dal testimonial Alessandro Bastoni, giovane talento classe ‘99 e collegamento naturale con la Generazione Z, pubblico di riferimento per gli eSports . “È il coronamento di un percorso che abbiamo iniziato due anni fa, tirando su la scena di Fifa, e che ora ci ha portato ad essere primi al mondo” commenta infine Sergio Porcelli. “Non è stato tutto casuale, ma frutto di un grande lavoro da parte di tutti che ci ha permesso di farci trovare pronti al momento giusto. Mai avrei immaginato di raggiungere determinati risultati in così poco tempo, credendo e portando avanti una passione e facendo ciò che mi piace”.

“L’ingresso nel mondo degli eSports rappresenta un passo importante nello sviluppo del brand Inter” ha affermato Alessandro Antonello, CEO Corporate di FC Internazionale Milano. “La creazione di un team di eSports è la testimonianza di quanto il nostro Club lavori costantemente per essere sempre più presente e competitivo in tutti gli ambiti, con un’attenzione particolare verso le nuove generazioni e i loro interessi. Gli eSports sono un fenomeno costantemente in crescita, che conta 1.200.000 fan solo sul territorio italiano. Siamo molto contenti di intraprendere questa nuova avventura con al nostro fianco una realtà importante come QLASH, azienda leader nel settore”.

Lascia il tuo commento
commenti