Calcio Eccellenza Puglia

Vigor forza quattro: Picci è inarrestabile. Contro l'Ugento finisce 1-0

Quarta vittoria consecutiva per la Vigor Trani, a farne le spese è la matricola Ugento. Il solito Picci decide l'incontro, siglando il suo nono gol in campionato

Calcio
Trani domenica 10 novembre 2019
di Antonio Digiaro
Vigor Trani
Vigor Trani © Sergio Porcelli

Altro giro, altra vittoria: questa volta a farne le spese è la matricola Ugento, e catapulta la Vigor nelle zone più alte della classifica. A decidere l'incontro è il solito bomber Picci, che realizza il suo nono gol in campionato, e per una notte manda il Trani al secondo gradino del podio, in piena lotta playoff.

Al “Comunale” mister Sisto manda in campo la miglior formazione possibile: Pellegrino tra i pali, Campanella e Bartoli guidano la difesa, con Dentamaro a dettare i tempi di gioco a centrocampo, e con l'attacco pesante con Negro e Stella a supporto di Picci.

Pronti-via la Vigor sembra più in palla rispetto agli ospiti: all'8'pt Dentamaro calcia una botta da lontano, ma la palla è centrale ed il portiere ospite respinge, con i pugni, senza problemi. Al 10'pt è polemica: in area piccola, Picci con un colpo di testa scavalca il portiere, la palla agli occhi di tutti sembra avesse per intero superato la linea di porta, i giocatori e tutti esultano, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso e lascia proseguire il gioco. Questo episodio carica i tranesi: prima Mazzili, con un fendente basso, calcia di poco a lato, poi al 17'pt Picci carica il tiro, da posizione impossibile, ma Esposito è bravo a mettere la palla in angolo. È il preludio al gol: sugli sviluppi dello stesso calcio d'angolo, mischia in area e zampata vincente del solito bomber Picci, che insacca da pochi metri. L'Ugento non riesce a reagire e Trani cerca di approfittare: Caruso, per due volte la colpisce di testa, ma prima calcia di poco fuori poi è bravo il portiere salentino a smanacciare il pericolo. Al riposo la Vigor è meritatamente in vantaggio di misura.

Nel secondo tempo, le emozioni scarseggiano: la Vigor, forse un po' stanca, controlla il risultato senza particolari rischi. L'Ugento è sembrata una squadra diversa rispetto alle precedenti prestazioni, ma i meriti vanno tutti ai ragazzi di mister Sisto che sono riusciti a chiudere tutti gli spazi e a bloccare ogni attacco offensivo degli ospiti. Dopo 9' minuti di recupero la Vigor può festeggiare davanti ai propri tifosi, sempre più numerosi. In attesa dei risultati di quest'oggi, la Vigor si gode il secondo posto in classifica e si prepara allo scontro, di domenica prossima, contro la capolista Corato, sul neutro e sintetico di Ruvo.

Ai microfoni mister Sisto elogia la prestazione dei suoi: “ abbiamo pressato alto, sono una squadra di palleggiatori e siamo stati bravi noi a stoppare ogni azione avversaria. Oggi è stata una prova di maturità, non hanno mai tirato in porta, e questo è un dato di fatto: dimostriamo di avere una solidità difensiva e di centrocampo, rischiamo pochissimo e creiamo tante palle gol. Poi c'è il nostro bomber Picci che, anche oggi, è stato abile a sfruttare l'occasione. È un'impresa, ci sono tante problematiche: non abbiamo aiuti da nessuno, non abbiamo un abbigliamento sportivo, facciamo fatica ad allenarci, ma la nostra solitudine ci fa trovare le energie giuste. Il nostro obiettivo è quello morale: non mollare mai, possiamo toglierci ancora tante soddisfazioni, sappiamo che,se vogliamo rimanere in quelle posizioni in classifica, dobbiamo essere umili e giocare al massimo delle nostre forze.

Anche il difensore Campanella intervistato ai microfoni:” siamo una squadra vera, non abbiamo concesso nulla ad una squadra forte, e sul campo al limite del possibile. È stata una vera prova di maturità, siamo calati un po' nel secondo tempo, ma abbiamo gestito molto bene, senza rischiare.”


Lascia il tuo commento
commenti