Calcio Femminile

Apulia, occasione sprecata: il Sant'Egidio rimonta nel fango

Le tranesi passano in vantaggio con Sibilano, ma Olivieri e condizioni climatiche hanno la meglio

Calcio
Trani lunedì 05 novembre 2018
di La Redazione
Apulia Trani femminile
Apulia Trani femminile © Tranilive.it

Ancora un’occasione persa per l’Apulia Trani, che esce dal campo sportivo “A. Spirito” di Sant’Egidio con l’amaro in bocca: in un campo in pessime condizioni, al limite della giocabilità, appesantito da una pioggia incessante lungo tutto l’arco della partita, le bianco-azzurre non riescono a imporre anche nel risultato il buon gioco espresso in campo.

Mister Preziosa schiera la formazione della giornata precedente, effettuando due cambi: affidandosi alla rientrante Mariano al fianco di Manzi sulla linea di centrocampo e sostituendo Ventura con Saltarelli sulla fascia destra. Le padrone di casa, invece, si affidano all’esperienza di Giulia Olivieri, ex bomber della Pink Bari in serie A, con centinaia di gol a impreziosire la sua lunga carriera. L’Apulia comincia la gara con il piglio giusto, con ottimi suggerimenti verso le punte Racioppo e Dibenedetto e spingendo con le esterne Sibilano e Saltarelli. La rete del vantaggio reca proprio la firma di tre tra queste protagoniste: Saltarelli crossa dalla destra, Racioppo spizza la palla di testa, per il destro di Sibilano che non lascia scampo al portiere avversario. Bianco-azzurre vicine al raddoppio più volte con le percussioni di Giovanna Dibenedetto. Il pareggio del Sant’Egidio arriva su una palla persa di Sibilano in fase di impostazione: la sfera si blocca su una pozzanghera, recupero avversario, lancio lungo su Olivieri che con un pallonetto supera Di Bari in uscita.

Le tranesi rientrano dagli spogliatoi con Dinunno al posto di Saltarelli, con Mariano più larga sulla destra. La ricerca di un nuovo vantaggio si schianta più volte sui guantoni di Pascale, prima con le conclusioni di Dibenedetto e Racioppo, poi con un inserimento di Sibilano, su cui l’estremo difensore arriva un attimo prima di un tiro a porta sguarnita. Il vantaggio delle giallo-blu porta la firma di Di Martino, abile a capitalizzare una buona azione dalla sinistra. L’Apulia, nonostante i cambi, non riesce a riprendere mordente e il 3 a 1 definitivo arriva su una punizione defilatissima sulla sinistra, attraverso il piede della solita Olivieri.

Nonostante il risultato, ancora una volta l’Apulia ha dimostrato netti miglioramenti, che ora devono trasformarsi in punti: nella sfida interna di domenica 11 novembre contro il San Marco Argentano sarà proibito non vincere.

Lascia il tuo commento
commenti