I risultati della pallacanestro tranese

​Troppa Fortitudo per il Calimera: la seconda fase comincia con una vittoria per 89-54

Il prossimo impegno sarà in trasferta, domenica prossima, contro l'Olympia Rutigliano

Basket
Trani martedì 05 marzo 2019
di Vincenzo Avveniente
Logoluso, Santos. Fortitudo Basket Trani
Logoluso, Santos. Fortitudo Basket Trani © Mario Palumbo

Il cammino della Fortitudo Trani nella seconda fase del campionato di Serie D comincia nel migliore dei modi grazie ad una schiacciante vittoria casalinga contro l’Ass. Stefanizzi Basket Calimera ottenuta con il risultato di 89-54. Una differenza canestri di 35 punti, 13 triple segnate e tutti i nomi dei giocatori biancoazzurri a referto punti sono i tre dati più netti di una gara mai in discussione e messa formalmente in archivio già nel primo quarto. Nella sfida contro la formazione salentina, 5^ classificata durante la regular season nel girone B, si è ancora registrata l’assenza di Bartolo Di Leo che, con grande merito dei compagni scesi in campo, non ha inciso sulle sorti del match. Il quintetto iniziale scelto da coach Matteo Totaro è composto da Barbera, Triglione, Logoluso, Santos e capitan Di Lauro.


Pronti-via, dopo pochi minuti il parziale del primo quarto segna sul tabellone un netto 17-1 a favore dei padroni di casa. La situazione del Basket Calimera si complica con l’uscita dal campo di Ferilli per doppia sanzione antisportiva: il divario diventa sempre più ampio ed a suon di colpi dall’arco dei 6,75 metri (ben sei triple in dieci minuti) la Fortitudo conduce 33-14, con D’Alfonso che bissa l’ultimo canestro da fuori lunetta. Il distacco si fa sempre più insormontabile con il passare del tempo mentre Logoluso scalda il pubblico con altri due centri dalla lunga distanza. Anche il giovane Acella raccoglie due fruttuosi rimbalzi in area avversaria ed all’intervallo il risultato segna quasi il doppio dei punti di differenza: 54-28 al riposo lungo.

Nel terzo quarto la Fortitudo mantiene alto ed incessante il ritmo guidato da capitan Di Lauro e Nicola Triglione: Santos ci mette del suo sotto canestro ed il Calimera sprofonda 79-40. Il roster biancoazzurro sa che deve affrontare senza cali di concentrazione ogni sfida contro tutti gli avversari da ora in poi ed è per questo che non molla il colpo sul già tramortito roster di coach Scarpa. Nell’ultimo quarto anche Mennuni ed i giovanissimi Damato (al rientro da un infortunio) e Cuna (convocato in extremis per via di una concomitante partita dei suoi compagni) trovano gioia: tutti i biancoazzurri segnano così il loro nome a referto. Proprio nell’ultima frazione, mentre i titolari hanno modo di rifiatare, il Calimera ha modo di limitare il già decretato risultato: al PalaAssi termina 89-54.

Tra sfilate di mascherine carnevalesche dei bimbi del minibasket ed un’invasione di magliette “tinte di blu”, la lunga e tortuosa salita della seconda fase è stata avviata. La mente dei biancoazzurri deve subito passare al prossimo match: domenica c’è in programma un’ostica trasferta sul parquet dell’Olympia Rutigliano.

N.B. La società rende noto che sono in fase di organizzazione i pullman per assistere alla prossima gara dei Play-Off: per qualsiasi informazione, rivolgersi allo staff ed ai noti canali di comunicazione.

Lascia il tuo commento
commenti