I risultati della pallacanestro tranese

Fortitudo Trani supera l'ostacolo Rutigliano 76-58

I biancoazzurri salgono a quota 24 punti in classifica

Basket
Trani lunedì 28 gennaio 2019
di Vincenzo Avveniente
Fortitudo Trani
Fortitudo Trani © Piercarlo Preziosa

Nella quinta giornata di ritorno della regular season la Fortitudo Trani supera l'ostacolo Olympia Rutigliano con il punteggio finale di 76-58. Quindici giorni dopo la vittoria contro Lucera, il roster tranese si conferma in scia positiva sul parquet di un "re-illuminato" Pala Assi: in settimana infatti sono stati recuperati, secondo un intervento disposto dall'amministrazione comunale, ben 16 fari che non producevano luce da ormai parecchio tempo ed i quali, aggiunti ai 32 già funzionanti, hanno decisamente migliorato la visibilità del campo di gioco.

Grazie alla vittoria ottenuta ieri sera i punti in classifica della formazione biancoazzurra ammontano ora a 24, due lunghezze dietro la capolista Cerignola ma con una gara da recuperare, quella contro Basket Fasano fissata al prossimo mercoledì 6 febbraio. I rivali di sabato prossimo saranno proprio i ragazzi del Basket Club Cerignola in una trasferta che può già decretare la squadra più accreditata alla vetta della graduatoria.

Che le vertigini di alta classifica potessero giocare brutti scherzi, era forse prospettabile in questo finale di regular season: nel match contro Rutigliano la Fortitudo fatica a trovare il distacco trovandosi a contenere il punteggio per ampi tratti della gara prima del divario decisivo maturato principalmente nell'ultima frazione. Bartolo Di Leo segna i primi punti a referto per i tranesi, ma la squadra non trova la precisione giusta sotto canestro dovendo sopperire alle buone individualità messe in mostra da Pavone e Ferguson, vere spine nel fianco dell'offensiva rutiglianese. Il primo parziale si chiude 12-12 grazie al doppio centro dalla distanza insaccato da Logoluso prima e da Triglione poi.

Nel secondo quarto è Barbera a trovare la confidenza giusta con la retina degli ospiti, seguito a ruota da capitan Di Lauro. Ancora Ferguson tiene in gara i suoi affiancato da Pavone e Silletti, ma Santos e Logoluso respingono gli attacchi degli ospiti prima che Triglione metta a segno una tripla che vale il +4 all'intervallo: 32-28 il punteggio in una fase di gara dove anche i giovani Acella e Di Savino hanno trovato ampi spazi sul parquet.

I pochi punti di distacco tengono accese le speranze dell'Olympia, impegnata nella caccia ai play-off ed alla ricerca di bottino utile in vista della qualificazione: Difonzo centra dai 6,75 metri, prontamente seguito da una doppia tripla insaccata Ferguson. Una fase concitata del match è ben gestita da una difesa precisa ed una buona regia di Triglione, anche ottimo assist-man nel corso del match. Barbera e Palumbo segnano dalla lunga distanza, ma nel finale del quarto è la Fortitudo a controllare meglio il pallino del gioco recuperando ulteriore margine sugli avversari: 52-42 il parziale a dieci minuti dalla fine.

Gli ultimi affondi del Rutigliano portano il nome di Ferguson e Difonzo, ma Jacopo Mennuni autore di una buona prestazione registra le giocate giuste per tenere alla larga il Rutigliano nel quarto periodo. La scioltezza di una squadra che vuol dire la sua anche nei play-off è più evidente nel finale: dalla lunetta viaggiano le conclusioni di Di Lauro, Santos e Triglione mentre un'insidioso avversario si arrende dopo una contesa sfida. Il finale al Pala-Assi è di 76-58.

Lascia il tuo commento
commenti