Danza urbana

La ballerina Manuela Baldini ammessa alla “Modulo Accademy” di Milano

L’allieva della scuola di danza tranese “Esedra” inizierà da ottobre il suo percorso presso una delle più prestigiose scuole di urban dance italiane

Altri Sport
Trani mercoledì 14 aprile 2021
di Vincenzo Avveniente
Manuela Baldini, ballerina
Manuela Baldini, ballerina © n.c.

La ballerina Manuela Baldini è stata ammessa alla “Modulo Accademy” di Milano, una delle più prestigiose scuole di urban dance d’Italia. Cresciuta artisticamente negli ultimi tre anni presso la scuola di danza tranese “Esedra”, la diciottenne di origine biscegliese avrà modo di affinare il suo talento a partire da ottobre con un'esperienza triennale che mira a completare il percorso formativo di aspiranti professionisti fornendo le competenze necessarie ad affrontare l’attività professionale. A seguirla nella sua esperienza ci saranno nuovi istruttori dal calibro di Emanuele Cristofoli, in arte “Laccio”, e Fabio Bernardini, aka “Shake”, già direttori artistici del programma televisivo “X-Factor” e protagonisti di celebri progetti di moda e in ambito cinematografico, oltre che teatrale. 

Manuela pratica danza sin da piccola ed ha iniziato il suo percorso su Trani nel 2018 coltivando la passione per la danza classica, seguita dall’insegnante Antonio Mitaritonna. Dal secondo anno ha poi intrapreso l’approfondimento del genere hip-hop con l’istruttrice Adriana Mangione ed è proprio con quest’ultima che la ballerina ha potuto portare avanti il percorso di urban dance anche da remoto nonostante l’avvento della pandemia: tra videochiamate ed allenamenti a distanza, la preparazione per l’audizione d’ingresso (tenutasi online) nella Modulo Accademy è andata avanti fino all’ammissione confermata lo scorso marzo. “Sono felicissima e orgogliosa per lei - commenta l’insegnante Mangione - perchè si è sempre impegnata, è stata diligente, costante, puntuale e presente nonostante la palestra fosse in un’altra città dalla sua. Per me è una soddisfazione e spero sia solo un punto di partenza!”.

In un periodo storico in cui molti giovani guardano al futuro con scoraggiamento e diffidenza, c’è la testimonianza di Manuela a ribadire che le ambizioni vanno perseguite ancora più forte di prima, contando sul sostegno dei propri cari e di chi crede che alle nuove generazioni sia ancora tutto possibile da raggiungere.

Lascia il tuo commento
commenti