Covid, commercialisti in prima linea

L‘emergenza vista da Marco Ligrani, autore della collana "Disposizioni Fiscali 2021" edita da Ad Maiora

Ad Maiora Live Professioni
Trani - mercoledì 17 febbraio 2021
Marco Ligrani, autore della collana "Disposizioni Fiscali 2021"
Marco Ligrani, autore della collana "Disposizioni Fiscali 2021" © n.c.

Progressività fiscale e lotta all'evasione. Questi i concetti alla base delle priorità del nuovo governo Draghi, la cui riforma “organica” è pronta a toccare anche le Partite Iva. Ma come è cambiato il sistema fiscale con l’avvento della pandemia da Covid19? I professionisti del settore si sono dovuti riadattare: sono cambiate le loro esigenze? Marco Ligrani, autore della collana "Disposizioni Fiscali 2021" edita da Ad Maiora, considera che i commercialisti abbiano assunto un ruolo o cruciale.

Quali sono state le difficoltà maggiori da gestire negli ultimi mesi?

I nostri studi hanno attraversato un periodo di super lavoro, dovuto da un lato al susseguirsi di norme agevolative, dall’altro alla necessità di garantire il nostro servizio nonostante i rischi connessi alla pandemia. Quello di commercialisti e avvocati è stato riconosciuto come servizio essenziale e questo ha comportato una gestione non facile dei nostri studi. A tutto questo si affianca, naturalmente, la crisi dei diversi settori della nostra economia, sia nazionale che locale la quale, al di fuori di rare eccezioni, si riflette anche su noi professionisti. 

Tra accesso a misure di sostegno e ristori le aziende in questi tempi hanno fatto i conti con l'incertezza del futuro. Quali armi hanno per combatterla e sperare nel futuro?

Mai come in questo momento una corretta pianificazione a breve e medio termine diventa un fattore di sopravvivenza, prima ancora che di successo. Le aziende stanno affrontando una grave crisi di liquidità che, inevitabilmente, avrà le sue ripercussioni nel tempo. Per questa ragione gli unici strumenti sono quelli di una oculata gestione delle risorse che consenta alle imprese di mantenere un equilibrio finanziario e patrimoniale e del ripensamento di molte attività in chiave più moderna mediante l’utilizzo, ove possibile , del lavoro a distanza.

Che clima registra oggi tra i professionisti del suo settore?

In molti casi sto riscontrando forte scoramento che, però, non deve sopraffarci. Mi capita di sentire quotidianamente colleghi alle prese con il periodo di grande difficoltà, che spesso lamentano la scarsa - se non nulla - attenzione del legislatore rispetto alle esigenze dei professionisti, troppo spesso dimenticati anche e soprattutto in questo periodo. 

A novembre 2020 sono stati pubblicati i volumi editi da Ad Maiora per la collana Disposizioni Fiscali 2021: quali sono le novità presenti in queste opere?

La collana vede la luce in un periodo denso di novità per i professionisti del settore, dovuta al proliferare di decreti emergenziali dovuti al Covid. Già da marzo dello scorso anno, con il primo decreto “Cura Italia”, il Governo ha introdotto molte novità che impattano sugli adempimenti fiscali e che si aggiungono alle già numerose novità già in cantiere prima del Covid. Per queste ragioni si è voluto dare ampio spazio alle recenti disposizioni riguardanti le nuove scadenze fiscali e al calendario delle notifiche degli accertamenti e delle cartelle, argomento - quest’ultimo - sempre oggetto di attenzione da parte del Governo e del Parlamento. Allo stesso tempo si è dato risalto a questioni da sempre oggetto di interesse da parte dei professionisti del settore, come l’annosa questione degli accertamenti “a ristretta base societaria”, che continua a rappresentare una questione di grande attualità, oppure il processo tributario telematico, diventato obbligatorio già dal 2019. 

Qual è il suo rapporto con Ad Maiora?

Alcuni anni fa ho avuto la fortuna di conoscere la splendida realtà imprenditoriale della casa editrice e ho fin da subito apprezzato il grande carisma di Giuseppe Pierro. Mi sono sentito, fin da subito, in grande sintonia con tutta la struttura, condividendone le prospettive e l’impegno. Sono certo che Ad Maiora rappresenti un fiore all’occhiello della nostra imprenditoria e sono altrettanto convinto che continuerà a crescere nel tempo.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti