Separazioni e divorzi in aumento, l’esperto: “Cercare la mediazione”

L’avvocato Damiano Marinelli, autore di un manuale per Ad Maiora, scoraggia i conflitti

Ad Maiora Live Professioni
Trani - sabato 23 gennaio 2021
Avv. Damiano Marinelli
Avv. Damiano Marinelli © Ad Maiora

Il Covid19 ha incrementato le crisi coniugali. Ne è convinto l’avvocato Damiano Marinelli, del Foro di Perugia, presidente dell’Associazione Legali Italiani e curatore del manuale dal titolo “Separazione, Divorzio, Annullamento e Mediazione Familiare”, primo volume della Collana giuridica “I Saggi del Diritto” edita da Ad Maiora e diretta dal professor Michele Filippelli.

Avvocato Marinelli, qual è il nesso tra la pandemia e l’aumento di separazioni e divorzi? “Il Covid ha avuto un impatto molto forte sulle vite delle persone e quindi anche sulle relazioni interpersonali, spesso modificando ed andando ad alterare degli equilibri di coppia già più o meno stabili”.

Nei casi di separazione l’intervento di un legale è sempre uguale? “No, ogni crisi coniugale e ogni procedimento di separazione è diverso dagli altri. In una separazione entrano in gioco aspetti non solo economici, ma anzi, spesso, gli aspetti economici (e quindi l’assetto di una nuova vita) sono conseguenza di scelte che vengono prese sull’onda di emozioni molto forti e del momento. Il ruolo dell’avvocato matrimonialista è un ruolo fondamentale, perché non deve solo prospettare ai coniugi che si vogliono separare i loro diritti e i loro doveri, delineando un nuovo regolamento dei loro rapporti basato sulle norme e sulla giurisprudenza (quindi su ciò che dicono le leggi e ciò che dicono i giudici), ma deve prima di tutto “capire” le esigenze primarie dei propri clienti e cercare di determinare insieme a loro scelte che possano essere condivise e durature. Per questo è utile pensare a gestire il conflitto con modalità che permettano l’utilizzo di tecniche di mediazione, comunicazione efficace e negoziazione, in alcuni casi anche ricorrendo a figure professionali ulteriori, come il mediatore familiare. Poi, se non si riesce a trovare una sintesi tra le due diverse posizioni, si dovrà necessariamente procedere con una scelta divisiva forte e cioè tramite una separazione giudiziale, in cui le parti mantengono ancora alto il livello di conflittualità. E purtroppo per esperienza, in questi casi il livello rimane alto per molto tempo o addirittura per sempre”.

Cosa accade quando nella coppia che si separa ci sono anche figli minori? “Nel caso di presenza di figli minori, l’avvocato matrimonialista deve far comprendere che le regole che i genitori dettano per disciplinare i loro futuri rapporti devono essere improntati tenendo presente un principio fondamentale: il benessere dei propri figli. Spesso mi è capitato di dover rappresentare le esigenze di un genitore che si trovava completamente estromesso dalla vita dei figli, per un atteggiamento ostacolante dell’altro. Tale situazione è molto più diffusa di quanto si possa credere, anche perché, come sa bene ogni avvocato matrimonialista, più un bimbo è piccolo e più è facilmente plagiabile da uno dei due genitori (spesso il genitore collocatario). Al bambino, durante la separazione dei propri genitori, che già di per sé è un evento fortemente traumatico, può essere rappresentata una verità parziale o addirittura inesistente, e facilmente il minore decide di credere alla voce che reputa a sé più vicina. In questo caso è importante riportare la situazione alla normalità, anche grazie ad una azione giudiziale, tendente ad accertare quanto veramente accaduto con professionalità adeguate (consulenti tecnici d’ufficio e di parte) e servizi ad hoc presenti presso ogni Asl territoriale. Altre volte capitano invece situazioni in cui uno dei due coniugi decide di sparire, non solo materialmente, dalla vita del minore, per poi presentarsi dopo anni di assenza. Anche questo caso va gestito in maniera adeguata, per non compromettere la stabilità di affetti che il minore si è conquistato negli anni. Il faro delle decisioni deve essere sempre, continuo a sottolinearlo, il benessere del minore”.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti