Un appuntamento che ha "sfornato" grandi talenti del teatro e del mondo dello show

I migliori anni, la grande sfida fra epoche. Tradizionale appuntamento ferragostano di s. Giuseppe

Questa sera, alle 21, presso il sagrato della Chiesa di San Giuseppe, il tradizionale varietà presentato dai giovani e giovanissimi della Parrocchia

Spettacolo
Trani mercoledì 14 agosto 2019
di Fabio De Palma
I giovani della parrocchia San Giuseppe
I giovani della parrocchia San Giuseppe © Tranilive.it

Ogni anno, il giorno della vigilia di Ferragosto, dopo la funzione della veglia Mariana, sul Sagrato della Chiesa di San Giuseppe viene svolto il tradizionale varietà allestito e presentato dai giovani e giovanissimi della Parrocchia, una tradizione consolidata da quasi 30 anni (se non oltre), un evento che coinvolge tutta la comunità parrocchiale. Uno spettacolo organizzato da ragazzi e ragazze che vanno dai 14 anni ai 20/21 anni, ma ha in sé un qualcosa di davvero speciale: è un momento di aggregazione, un momento in cui più generazioni si confrontano: dalle signore anziane che vi assistono nostalgiche agli adulti che si adoperano per le vivande e gli allestimenti, ai giovani e giovanissimi che carichi di adrenalina regalano grandi risate ed emozionanti momenti.

È una tradizione che continua negli anni: riunirsi dopo la preghiera e intrattenersi per una fetta di anguria o un gelato. Una tradizione che nasce con il primo parroco della parrocchia di San Giuseppe, l'amato e compianto Don Aldo Martucci, ma è nell'epoca di Don Raffaele che "spunta" il momento artistico proseguendo con Don Enzo e con l'attuale parrocco, Don Francesco, che continua ad essere custode di una meravigliosa tradizione.

Uno show che si svolge sul sagrato della Chiesa, con l'aggiunta di assi di legno, donate e montate dalle maestranze della comunità parrocchiale, delle travi che hanno avuto l'onore e il piacere di essere calcate da giovani talentuosi che negli anni sono diventati personaggi importanti nel mondo dello spettacolo e del Musical come Mauro Simone e Giuseppe Verzicco, ma tanti sono stati i protagonisti che hanno intrapreso la via dello spettacolo o dell'arte diventando stimati professionisti del settore.

È un momento di svago, ma è anche una grande fucina di talenti e anche quest'anno non mancano future stelle dello spettacolo. I ragazzi hanno puntato sul famoso format della Rai, condotto da Carlo Conti, " I Migliori Anni" aggiungendo la grande sfida fra epoche. Non mancheranno le imitazioni dei grandi personaggi della Televisione italiana, come Mike Bongiorno, Mina, Patty Pravo, Adriano Celentano, il trio Comico Aldo,Giovanni e Giacomo. Verranno riproposti anche personaggi stranieri, come il grande Rocky Balboa o i personaggi delle favole animate del mondo Disney.

La serata sarà presentata dai giovani Felice, Simone e Serena che guideranno un cast di giovani promesse, tra comicità, danza e musica. Alla fine vi sarà una votazione tra il pubblico, per decretare l'epoca vincitrice del contest. Non mancheranno cibo e bevande, tra focaccia, analcolici freschi e l'immancabile Cremino. Un momento di svago e spensieratezza, per una comunità che vive tutti giorni, nella carità, nella lotta all'ingiustizia, e nel bene, in tempi dove la Chiesa è sempre in costante attacco. Un momento di "apparente" svago che ha la magia di coccolare le persone più anziane, attraverso gesti semplici ma potenti, ricordi, risate e qualche lacrimuccia nostalgica.

Un incontro tra generazioni, tra nonni, figli e nipoti, che si consuma su di un piccolo sagrato ma che si espande in qualsiasi luogo nel mondo, una tradizione che si spera non abbia mai fine.

Lascia il tuo commento
commenti