L'iniziativa

Trani sul filo: al via gli eventi del fine settimana

Si parte sabato 22 (e domenica 23 in replica), dalle 11,00 alle 13,00 dal Palazzo delle Arti Beltrani per essere condotti da uno stuolo di mini guide in visita alla città, grazie alla ProLoco e della scuola Petronelli

Spettacolo
Trani sabato 22 dicembre 2018
di La Redazione
Trani sul filo - Conferenza Stampa
Trani sul filo - Conferenza Stampa © TraniLive

Inizia oggi, sabato 22 dicembre, la rassegna Trani sul filo che la Città si dedica per questo periodo natalizio puntando sul circo contemporaneo, ma anche sulla musica, la danza, il teatro e poi su se stessa: sullo splendore della sua architettura, sull'antica attitudine all'accoglienza e sulla ricchezza di una regione divenuta in breve tempo, punto di riferimento per il turismo nazionale ed internazionale.

Ed è grazie al progetto regionale InPuglia365 che il fittissimo itinerario si apre con tre appuntamenti gratuiti open air a caratterizzare questo primo fine settimana.

Si parte sabato 22 (e domenica 23 in replica), dalle 11,00 alle 13,00 dal Palazzo delle Arti Beltrani per essere condotti da uno stuolo di mini guide in visita alla città, grazie alla collaborazione della ProLoco e della scuola Petronelli, complici dell'impresa.

Si prosegue alle ore 18, in piazza della Repubblica, attingendo ad una tradizione già radicata, con un Milonga curata dall Associazione Inmovimento, titolare del famoso festival estivo. Già città natale di Astor Piazzolla, Trani è diventata una meta privilegiata del tango e se saranno il bravo tj Francesco Azzollini e i tangueri Vito Raffanelli e Giorgia Rossello a condurre le danze, non mancherà una chicca ad impreziosire ancor più la serata. I Tango Sonos, Antonio e Nicola Ippolito, un bandoneon e un pianoforte. Da Troilo a Piazzolla il sorprendente viaggio di due fratelli, virtuosi, artisti di fama internazionale, al servizio della musica e della cultura tanguera. Un duo che suona come un’orchestra e spazia da arrangiamenti classici (Di Sarli, D’Arienzo, Troilo, Piazzolla) a brani propri, evocando un mondo, una cultura, una passione, a cui sarà veramente difficile resistere.

Appuntamento poi domenica alle 11.00 intorno alla splendida cassa armonica della Villa Comunale, per il concerto di BandAdriatica (Claudio Prima canto, organetto Emanuele Coluccia sax contralto Vincenzo Grasso clarinetto, sax tenore Andrea Perrone tromba Gaetano Carrozzo trombone Morris Pellizzari strumenti a corda, chitarra, saz, kamalè ngonì Giuseppe Spedicato basso Ovidio Venturoso batteria) : Odissea Mediterranea. Trasportata dai venti vorticosi che illuminano le coste dell’Adriatico, la formazione naviga su quel mare che la musica salentina agita incrociando i balcani, il nord africa, l’oriente. Si parte dalla banda tradizionale per approdare sulle coste animate dai suoni albanesi, macedoni, croati, dalle fanfare Serbe e dai ritmi africani. L’esito è travolgente: un suono meticcio contagioso, che attraversa l’Africa, la Turchia, il Libano, l’Armenia. E per i più piccoli non c'è da temere: già dalle 10,00 la villa ospita il Biblioapecar di Miranfù, un piccolo angolo delle meraviglie in cui si fanno Facce da clown!

E come se non bastasse, basterà affacciarsi nel pomeriggio dalle ore 18 per un appuntamento dedicato ai Santi d'altronde il clima lo richiede, in parata, accompagnati dalla banda cittadina e poi, dalle 19 a Palazzo Beltrani, a ognuno il suo. Con la regia Marco Grossi, la compagnia Malalingua ci offre alcuni incontri straordinari. Consapevoli dell’importanza del marketing e della comunicazione, i nostri Santi infatti verranno a promuovere il loro ricordo, a raccontarci le loro storie, la loro versione dei fatti. Con ironia e trasporto si sveleranno agli spettatori chiedendo in cambio solo la luce flebile ed eterna di una candela. Uno spettacolo itinerante e interattivo
Lascia il tuo commento
commenti