Ieri la presentazione della rassegna teatrale di circo contemporaneo

A Natale in città si rivive la tradizione circense con Trani sul filo

Teatro, musica, danza, visite guidate, piccoli laboratori, in un fitto calendario di appuntamenti imperdibili, dal 21 dicembre al 6 gennaio, abiteranno non solo lo chapiteau del Circo ElGrito, “piantato” in piazza Gradenico

Spettacolo
Trani venerdì 14 dicembre 2018
di La Redazione
Trani sul filo - Conferenza Stampa
Trani sul filo - Conferenza Stampa © TraniLive

E' stata presentata ieri mattina presso Palazzo delle Arti Beltrani, la rassegna teatrale di circo contemporaneo Trani Sul Filo. L’iniziativa è realizzata con il sostegno del Teatro Pubblico Pugliese e ha come punto focale di riferimento Il Palazzo delle Arti Beltrani che, per l’occasione, sarà anche la sede dell’ufficio informazioni e del botteghino della rassegna. A custodire l’impresa è l’Associazione delle Arti, già impegnata nell’organizzazione di importanti eventi culturali e turistici, supportata per l’occasione dalla direzione organizzativa di Niki Battaglia.

Scegliendo un campo di grande fascino – quello del Circo Contemporaneo – la Città di Trani specializza l’offerta natalizia confermando il suo ruolo di riferimento nel panorama turistico e culturale della Puglia. È il sindaco Amedeo Bottaro, assistito dal suo assessore alle culture Felice Di Lernia, a chiarire le ragioni di una scelta che, con il titolo evocativo Trani sul filo, ha trovato concretezza nella direzione artistica di Carlo Bruni: “Se il Natale è un momento di festa e di rinascita (ci ricorda il Sindaco), in un panorama regionale ormai felicemente affollato di proposte ci è sembrato opportuno adottare un’arte così prossima alla meraviglia e al sogno, da restituire a chi ne fruisce lo sguardo del bambino, di un’infanzia di cui – mi sembra – abbiamo oggi particolarmente bisogno. Con questa iniziativa cresce l’offerta culturale della Città e anche, siamo certi, la nostra attrattiva turistica”.

Erede di quel teatro girovago che i nostri anziani non hanno dimenticato, il Circo Contemporaneo della più comune tradizione circense conserva la sfida all’equilibrio, il fiasco clownesco, l’abilità del giocoliere e naturalmente il fascino del tendone. Teatro, musica, danza, visite guidate, piccoli laboratori, in un fitto calendario di appuntamenti imperdibili, dal 21 dicembre al 6 gennaio, abiteranno non solo lo chapiteau del Circo ElGrito, “piantato” nella centralissima piazza Gradenico, ma anche molti altri angoli della Città. Fra le formazioni più apprezzate nel panorama nazionale, la compagnia di Giacomo Costantini e Fabiana Ruiz, oltre a presentare il proprio repertorio (Johann Sebastian Circus, il 26, 27 e 6 gennaio, Scratch and stretch, il 28, il 2 e il 5 gennaio e Love is in the air, il 6), ospiterà sotto il suo tendone artisti accomunati da un’idea di teatro popolare, tutti intenti nel rendere indimenticabili gli appuntamenti in programma. Come per il “caffè sospeso” napoletano, per tutti sarà disponibile un “teatro sospeso” da gustare, vedere, sentire, danzare. Introdotto infatti da una ricca e gratuita sezione “open air”, sostenuta dal progetto regionale InPuglia365, il cartellone di Trani sul filo si apre con una Milonga libera, custodita dai virtuosi Tango Sonos, il 22 dalle 18,00 in piazza della Repubblica, per spostarsi domenica 23, alle 11,00, sulla cassa armonica della bellissima villa Comunale, con il travolgente concerto di Bandadriatica o nel pomeriggio, dalle 18,00, fra chiese e palazzi del borgo antico, al cospetto degli indulgenti “santi” convenuti per festeggiare grazie agli attori dei Malalingua.

E dal 29 dicembre la travolgente ConTurBand, gli spagnoli FarresBrothers, l’esplosivo incontro fra Luna nel letto ed EleinaD. Il 30 dicembre i leoni d’oro alla Biennale Teatro di Venezia, Antonio Rezza e Flavia Mastrella, mentre il 1 gennaio alle ore 12 ci sarà il Concerto di Capodanno della Filarmonica Pugliese. Il 3 gennaio ci saranno i poetici “pasticcieri” Leonardo Capuano e Roberto Abbiati e il 4 tocca al compositore Mirko Lodedo, per più di quindici titoli in due settimane intense da vivere insieme. E se le piccole guide delle Scuole Cittadine non mancheranno di far apprezzare ai più grandi il patrimonio artistico di Trani con la supervisione dello staff della ProLoco di Trani, i sensibili amici di Miranfù contageranno il loro amore per la lettura e non saranno trascurati nemmeno i palati, pronti a essere soddisfatti da una rete ospitale in cui sarà facile, dopo una piroetta, cadere.

Lascia il tuo commento
commenti