Gli spettacoli

Anima mea, presentata la XIII edizione: spettacoli a Trani dal 15 ottobre

Un viaggio sonoro e culturale dentro musiche, mondi e memorie

Spettacolo
Trani mercoledì 13 ottobre 2021
di La Redazione
Anima mea, presentata la XIII edizione: spettacoli a Trani dal 15 ottobre
Anima mea, presentata la XIII edizione: spettacoli a Trani dal 15 ottobre © n.c.

Non tutti sanno che la musica «leggera» esisteva anche nel Rinascimento, e che oggi si possono trovare relazioni tra Claudio Monteverdi e Jacques Brel, ma anche tra nuova danza e invenzioni musicali del Barocco. Basta attivare il dialogo tra linguaggi del passato ed espressioni della contemporaneità, marchio di fabbrica del festival Anima Mea diretto da Gioacchino De Padova, un viaggio sonoro e culturale dentro musiche, mondi e memorie giunto alla tredicesima edizione.

La manifestazione, inserita nella Rete dei Festival di musica d’arte Orfeo Futuro, si svolgerà dal 14 ottobre al 10 dicembre a Bari (Circolo Unione), Trani (Palazzo delle arti Beltrani) e Palo del Colle (Chiesa del Purgatorio e Laboratorio Urbano Rigenera) ed avrà tra i protagonisti alcuni interpreti di primo piano della scena musicale internazionale, dal soprano Simone Kermes (artista che incide per la Sony) al flautista Dan Laurin sino allo specialista di viola da gamba Guido Balestracci, che farà rivivere il suono di uno strumento praticamente scomparso come l’arpeggione. Con la musica si toccherà l’universo di Lucrezia Borgia in uno spettacolo originale con l’attrice Nunzia Antonino e gli interventi elettronici di Gianvincenzo Cresta su un repertorio di musiche antiche. E se da un lato si scopriranno compositori poco noti del Sei-Settecento come Giuseppe Porsile e Bellerofonte Castaldi – una biografia, la sua, che sembra uscita da un quadro di Caravaggio – per un altro verso il Festival Anima Mea incontrerà il mondo del teatro in altre modalità. Il celebre duello tra Händel e Scarlatti verrà messo in scena con i pupazzi della Compagnia Burambò, chiamati a commentare la sfida al clavicembalo e all’organo tra Gilberto Scordari e Adrien Pièce. Mentre le antiche danze del XVII e XVIII secolo, dalla sarabanda alla giga, saranno messe in relazione con le creazioni di Elisa Barucchieri, coreografa che parla la lingua dei nostri giorni.

GLI SPETTACOLI DI TRANI

Anima mea Festival quest’anno approda anche a Trani grazie al Piano triennale delle attività culturali dell’Assessorato alle Culture della Città di Trani. Trani ospiterà 6 spettacoli a Palazzo delle Arti “Beltrani”:

  • Venerdì 15 ottobre alle 20.30 “Frottole e villanesche”, produzione vocale leggera cinquecentesca fiorita nel nord e sud Italia.
  • Venerdì 22 ottobre alle 20.30 “Les amis”, concerto che prende in prestito il titolo da una celebre pagina di musica composta da Fernando Sor volgendo lo sguardo all’amichevole duello musicale tra Italia e Francia.
  • Venerdì 5 novembre alle 20.30 “Ulisse e Parthenope”, arie d’opera e cantate nella Napoli del ‘700.
  • Venerdì 12 novembre alle 20.30 “Schubertiade”, un’antologia di componimenti e pratiche musicali diffuse non solo nell’ ‘800, ma presenti anche oggi: trascrizioni, arrangiamenti, riletture unite nello spirito cameristico della Hausmusik.
  • Venerdì 19 novembre alle 20.30 “Insight Lucrezia” incentrato sulla figura di Lucrezia Borgia affidata alla magistrale interpretazione di Nunzia Antonino.
  • Venerdì 10 dicembre alle 20.30 “Dancing Bass”, messa in scena dei moti dell’animo, inventato nel ‘600 ed esploso nel ‘700, oggi rivivono grazie alla musica del barocco e danza contemporanea.
Lascia il tuo commento
commenti