Una nuova rubrica con lo sguardo sul mondo

"Spazio 5x15", giovani tranesi all'estero: Vittorio Sileo e la situazione in Cina

Cinque domande nel tempo di una story Instagram: per il secondo appuntamento un focus sul paese orientale

Da Instagram
Trani domenica 09 maggio 2021
di Vincenzo Avveniente
Vittorio Sileo
Vittorio Sileo © n.c.

La rubrica "Spazio 5x15" volge lo sguardo ai giovani tranesi che attualmente si trovano all'estero: cinque domande nel tempo di 15 secondi, quello di una storia Instagram, per cercare di capire qual è la situazione fuori dall'Italia e come la gente la stia affrontando. Per il secondo appuntamento c'è Vittorio Sileo, 26enne, trasferitosi in Cina da quattro anni: attualmente lavora come affiliate marketing e global partnership manager per un'azienda che si occupa di e-commerce. Per conoscere le sue risposte, oltre che in questo articolo, potete collegarvi sulla pagina Instragram di TraniLive per seguire tutte le storie di video-risposta alle nostre domande: scopriamo cosa accade nel paese orientale.

Dall'esterno sembra che la Cina sia davvero tornata alla normalità. È così o ci sono ancora alcune restrizioni?

Sicuramente qui la situazione è tornata alla normalità rispetto soprattutto a paesi come quelli europei o anche di altre parti del mondo. Le uniche restrizioni ancora in vigore sono quelle relative all'utilizzo della mascherina in luoghi chiusi e affollati come per esempio la metro. 

Quale pensi sia stata la marcia in più della Cina nella lotta al Covid?

Al di là delle differenze dal punto di vista sociale, culturale e politico, due dei vantaggi principali sono stati: sicuramente al numero uno, il tracciamento, attraverso un utilizzo capillare della tecnologia; e, numero due, una gestione delle quarantene molto differente rispetto a quella europea. 

Che consiglio daresti ad un cittadino italiano in questo momento di avvio alle riaperture?

Mi viene davvero difficile poter dare dei consigli. L'unica cosa magari, da osservatore esterno, anche avendo notato un po' l'evolversi della situazione dopo l'estate 2020 è quella di proteggersi e di proteggere gli altri attraverso la vaccinazione. 

Qual è stata la prima esperienza, una volta superata la situazione più difficile, che ti sei sorpreso di aver potuto fare nuovamente?

Considerando che comunque le misure restrittive qui sono state in vigore per davvero poco tempo, non c'è una particolare esperienza che ricordo come sorprendente ecco. Però sicuramente, quando sono stato al parco con migliaia di persone attorno a fare pic-nic, beh...

Degli italiani si diceva che ne sarebbero "usciti migliori". Credi che in Cina sia stato così?

Non sono un grande fan di questa espressione perchè questa esperienza è stata davvero provante per tantissime persone. D'altro canto, sicuramente abbiamo imparato qualcosa e abbiamo acquisito la consapevolezza di come ormai viviamo in un mondo globalizzato ed interconnesso.

Grazie delle risposte Vittorio! Ti aspettiamo presto a Trani, un saluto!

Grazie agli amici di TraniLive e davvero speriamo di poterci rivedere presto visto che ormai è più di un anno che manco da Trani e non ci sono grandi speranze di poter rientrare per l'estate. Speriamo di potercela fare per Natale... dita incrociate! Un abbraccio a tutti, ciao!

Lascia il tuo commento
commenti