Una nuova rubrica con lo sguardo sul mondo

"Spazio 5x15", giovani tranesi all'estero: Davide Valenti e la situazione in Inghilterra

Cinque domande nel tempo di una story Instagram: per il primo appuntamento un focus sul paese inglese

Da Instagram
Trani domenica 02 maggio 2021
di Vincenzo Avveniente
Davide Valenti, Inghilterra
Davide Valenti, Inghilterra © TraniLive.it

La rubrica "Spazio 5x15" volge lo sguardo ai giovani tranesi che attualmente si trovano all'estero: cinque domande nel tempo di 15 secondi, quello di una storia Instagram, per cercare di capire qual è la situazione fuori dall'Italia e come la gente la stia affrontando. Per il primo appuntamento c'è Davide Valenti, 22enne che si trova a Guildford per frequentare il corso di laurea in Musical Theatre presso la Guildford Schooll of Acting. Per conoscere le sue risposte, oltre che in questo articolo, potete collegarvi sulla pagina Instragram di TraniLive per seguire tutte le storie di video-risposta alle nostre domande: scopriamo cosa accade in Inghilterra.

 L’ultima volta che ci siamo sentiti è stata per l'articolo pubblicato lo scorso dicembre (clicca qui per leggere) e lì da voi c’era il lockdown. Cos’è successo negli ultimi mesi in Inghilterra? Aggiornaci

Il Lockdown di dicembre è rimasto in vigore per due mesi, tutta l'Inghilterra è rimasta completamente chiusa, quindi scuole, bar, ristoranti, negozi, ad eccezione dei supermercati. Poi da marzo la curva dei contagi si è abbassata ed è iniziato un percorso di riapertura graduale con la priorità alle scuole e ad alcuni corsi universitari.

Secondo te, quali sono state le ragioni che hanno portato l’Inghilterra così in avanti nella lotta al Covid? La gente si è mostrata più responsabile o la differenza delle politiche adottate ha giocato un ruolo decisivo?

Credo che il ruolo decisivo l'abbia avuto il Lockdown che è stato unico ed ininterrotto, ma soprattutto la campagna vaccinale che ha avuto un'enorme successo. Inoltre il governo sta fornendo gratuitamente dei tamponi da fare a casa, in modo da controllare la diffusione del virus. I controlli sia in entrata che in uscita sono inoltre molto severi. 

La situazione sembra finalmente essere tornata alla normalità nel Regno Unito! Ma è davvero così o ci sono ancora restrizioni particolari? Quali differenze ci sono con le regole italiane attuali?

La situazione sta lentamente tornando alla normalità, non siamo ancora del tutto liberi. Le scuole sono aperte,mentre  i ristoranti ed i pub possono servire solo all'aperto. Il grande passo avverrà il 17 maggio quando riapriranno anche cinema, teatri e tutti quei luoghi in cui ci sono eventi al chiuso, con la "regola del 6" (non ci si può incontrare in più di sei persone di diversi nuclei familiari, sia all'interno che all'esterno). La principale differenza con l'Italia è che non abbiamo diverse regioni colorate, ma seguiamo tutti delle regole uniche ed, inoltre, non abbiamo il coprifuoco: anzi consigliano di uscire e stare all'aria aperta, infatti non abbiamo l'obbligo di mascherina negli spazi aperti. 

Oltre metà della popolazione inglese ha ricevuto la prima dose di vaccino. Pensi ci sia stata meno paura di vaccinarsi rispetto a quella avvertita in Italia? E tu, sai già quando potrai farlo?

Del caso AstraZeneca se n'è parlato anche qui, considerando che è un vaccino prodotto e distrubuito dal Regno Unito ed è anche quello più utilizzato insieme al Pfizer. Ma non ha avuto lo stesso clamore mediatico che ho visto su Facebook in Italia. Il vaccino è sicuro, i dati lo dimostrano e la gente vuole tornare alla normalita: il vaccino è l'unica soluzione. In questo momento stanno vaccinando i 40enni e puntano a completare tutto entro luglio: a me, che sono nella categoria meno a rischio tra i 18 ed i 30 anni, spetterebbe a giugno e ci verrà offerto il vaccino Moderna.

Cosa senti di dire ai tanti giovani in Italia che vedono ancora la normalità lontana come un miraggio?

So che è dura, so che è sconfortante, l'ho vissuto anch'io. Ma cercate di resistere e di rispettare le regole, perchè la normalità può tornare. E non abbiate paura di chiedere aiuto se ne sentite il bisogno. perchè la salute mentale è importante e sopratuttto nei giovani in Italia questo non viene considerato abbastanza. 

Grazie delle risposte Davide! Ti aspettiamo presto a Trani, un saluto!

Grazie a voi e speriamo di vederci presto a Trani!

Lascia il tuo commento
commenti