Il ricordo

La Pia Unione Santa Rita compie 70 anni: un anniversario di storia e devozione

Domenica 2 Febbraio si celebra il 70simo anniversario dell'associazione "Pia Unione Primaria Santa Rita"

Cultura
Trani sabato 01 febbraio 2020
di Antonio Digiaro
Festeggiamenti in onore di Santa Rita, 2019
Festeggiamenti in onore di Santa Rita, 2019 © n.c.

Il prossimo 2 febbraio saranno trascorsi ben 70 anni da quando la Pia Unione Primaria “Santa Rita” ha iniziato il suo cammino nella città di Trani.

Era il 1950, e da allora erano trascorsi appena cinquant’anni da quando Rita fu proclamata Santa da Papa Leone XIII nel 1900. Tuttavia, in nuce, già da tempo, a Trani vi fu un particolare zelo verso la Santa di Cascia.

Così, nel 1950, un gruppo di devoti, con a capo la Signora Cantana e il Padre Spirituale del tempo decisero di organizzarsi e formare un’associazione che potesse zelare in maniera ufficiale il culto alla Santa degli impossibili. Il 2 febbraio 1950 ebbero il placet di Sua Ecc. Mons. Reginaldo Maria Addazzi.
Da allora, il culto e la devozione in città è cresciuto sempre di più. Dapprima l’associazione Santa Rita ha avuto sede nella Chiesetta di San Toma, in piazza Tomaselli, nei pressi della cosidetta "Piazza del Pesce" condividendo questo culto con la Confraternita del Cuore Immacolato di Maria.

Il 2007, è un anno di grandi cambiamenti per l’Associazione “Santa Rita”, una realtà che, con il tempo, ha avuto modo di radicarsi sempre meglio nel tessuto cittadino tanto che che nel marzo di quell’anno, si affilia alla Pia Unione Primaria Santa Rita, una realtà nazionale che riunisce molte Associazioni e Confraternite sparse in Italia. Cosichè, per una migliore organizzazione della devozione alla Santa, con Decreto dell’Arcivescovo Mons. Giovan Battista Picherri, il culto e la devozione alla Santa fu trasferito nella Chiesa Parrocchiale di San Giovanni, la parrocchia cuore pulsante del centro storico. D'altronde, come si può evincere dal libro di Franco Pagano “Le confraternite tranesi” edito da “Obiettivo Trani” nel 2000, nella storia della nostra Chiesa locale, spesso il culto verso un santo ha dovuto subire trasferimenti: San Giuseppe e la Sacra Famiglia, dalla Chiesa di Sant’Andrea alla Parrocchia di San Giuseppe; Santa Lucia, dalla Chiesa di san Giacomo alla Parrocchia dei Santi Angeli Custodi, San Vito, dalla Chiesa di San Domenico alla Parrocchia di Santa Chiara. Sant’Anna, dapprima risiedeva nella chiesa omonima in Via la Giudea, poi passo per alcuni anni nella Chiesa di San Luigi, fino a stabilirsi definitivamente nella Parrocchia di San Giovanni.

Nel 2011, l’associazione, sinora prettamente femminile, attraverso la felice intuizione di Don Francesco La Notte, sentito il parere dei Superiori, si apre al ramo maschile, generando un ulteriore impulso alla devozione.

Se questa associazione, oggi compie settant’anni deve ringraziare, oltre i Vescovi Addazzi, Carata, Cassati, Pichierri e Sua Eccellenza Mons. D’Ascenzo, anche tutte le donne che hanno accompagnato con responsabilità il cammino di questa realtà associativa: la Signora Cantana, la Signora Scrima, la Signora Bruni, la Signora Parente e la Signora Capogrosso.

Oggi l’associazione conta più di 170 iscritti tra donne, uomini, apette e millefiori. Ogni giovedì, con molta semplicità, la Pia Unione Primaria si riunisce presso la Parrocchia di San Giovanni con il Padre Spirituale, Don Michele Cirillo, per pregare Santa Rita affidandole desideri e ringraziamenti.

Per ricordare questa importante tappa, la Pia Unione Primaria Santa Rita, domenica 2 febbraio, durante la celebrazione della Candelora, ciascun associata e ciascun associato rinnoverà la propria adesione a questa realtà associativa. L'appuntamento è alle ore 18.00 presso la Chiesa di Ognissanti per la celebrazione del Santo Rosario e il Lucernario. A seguire, attraverso un piccolo corteo, si raggiungerà la Chiesa parrocchiale di San Giovanni per la solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal Padre Spirituale Don Michele Cirillo, cui parteciperanno le realtà parrocchiali e alcune realtà associative della Pia Unione delle città vicine.

Lascia il tuo commento
commenti