L'esposizione sarà visitabile fino a venerdì 6 settembre, dal martedì alla domenica, dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 16:00 alle 21:00 in via Beltrani 51, a Trani​

"Imaginarium", la scatola delle meraviglie dei fratelli Forman a Palazzo Beltrani

Una mostra-labirinto per raccontare la storia e la straordinaria carriera dell’ultimo esempio di vero artigianato teatrale al mondo

Cultura
Trani mercoledì 31 luglio 2019
di Sabino Liso
Imaginarium - la mostra a Palazzo Beltrani
Imaginarium - la mostra a Palazzo Beltrani © AndriaLive

Petr e Matěj Forman, regista uno e scenografo l’altro, figli del regista ceco di nazionalità americana Miloš Forman, sono protagonisti dal 1992 di un teatro che è luogo fisico, ma anche immaginifico, uno spettacolo che rende reale l'irreale, intreccio sapiente di animazione, cinema, circo, teatro e cabaret, applaudito in mezza Europa.

La storia di questo lungo percorso ventennale, creativo e stilistico, è racchiusa nel dedalo della poetica mostra itinerante con stupefacenti scatole delle meraviglie e incredibili macchine teatrali. Dopo il grande favore ottenuto in Francia, per la prima volta in Italia, Palazzo delle Arti Beltrani ha il privilegio di ospitare “Imaginarium”, l’iconica mostra-labirinto che celebra, da “Obludárium” a “Dead Town”, la storia e la straordinaria carriera dell’ultimo esempio di artigianato teatrale al mondo, quello dei fratelli Forman e della loro compagnia “Čeští umělci ve spolupráci s Divadlem bratří Formanů”, che unisce nello stupore bambini e adulti, dai 4 ai 99 anni.

La mostra, finanziata dalla Regione Puglia e dal Teatro Pubblico Pugliese, con i patrocini di Città di Trani, Ambasciata della Repubblica Ceca, Ufficio culturale Centro Studi Ceco, Festival Internazionale Castel dei Mondi, Palazzo delle Arti Beltrani, è realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale Delle Arti e l’Associazione culturale MaleArti. Noi della redazione di AndriaLive abbiamo visitato la mostra ed intervistato il direttore artistico Riccardo Carbutti (nel video correlato).

L'esposizione esce dai soliti canoni museali, unendo l'abilità ebanistica e l'estro virtuoso nella creazione di giocattoli e burattini, nati dalle mani di quindici maestri della Repubblica Ceca, guidati dalla regia ammaliante dell’“orchestratore” Matej Forman. In questi venti anni di ricerca, i due grandi eredi di una leggenda del cinema internazionale hanno generato una filosofia, che è la rotta più autentica di "imaginarium": il teatro inteso come sogno e speranza, libertà e curiosa ricerca di un mondo felice, per evadere dai veli bui che adombrano i nostri giorni e dalle nostre paure. La retrospettiva antologica ci prende per mano e ci conduce in una dimensione di pace e dolcezza, che ci restituisce la parte più autentica ed innocente della nostra vita.

Al direttore artistico della mostra, Riccardo Carbutti, abbiamo chiesto se la stessa possa considerarsi un'anteprima della XXIII^ edizione del Castel dei Mondi, dal momento che tra i vari partner vi è il logo del festival, Carbutti ci spiega che "Imaginarium" «è totalmente autonoma e l'indicazione del Castel dei Mondi è un gesto di affetto nei confronti "dell'istituzione" che ha dato il via a questa forma di collaborazione con i fratelli Forman».

Intanto, Carbutti ci comunica che «sono ancora in corso le trattative tra comune di Andria, Regione Puglia e consorzio del Teatro Pubblico Pugliese affinché anche quest'anno, pur con le difficoltà note, il Festival possa realizzarsi».

Siamo fiduciosi e auspichiamo presto la realizzazione di un articolo che sveli programmi e date della XXIII edizione del Castel dei Mondi, certi che la cultura tutta, e quindi, il teatro, il cinema, le biblioteche, la musica e qualsiasi sua forma espressiva, sia una sorta di acquedotto indispensabile per abbeverare costantemente l'umanità e renderla migliore.

La prestigiosa mostra-labirinto nel mondo fantastico del “teatro artigianale” dei fratelli Forman è visitabile, dal martedì alla domenica, fino a venerdì 6 settembre 2019, dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 16:00 alle 21:00.

Info: (+39) 0883500044 Nel ticket è inclusa la visita a tutte le collezioni del patrimonio museale e alla Pinacoteca “Ivo Scaringi”.

Lascia il tuo commento
commenti