Il bollettino regionale

Coronavirus, ancora record di contagi. 631 in Puglia, 101 nella Bat

Dei 101 della sesta provincia, ben 57 sono i casi andriesi. Lopalco: «Ridurre al minimo i contatti sociali»

Cronaca
Trani sabato 24 ottobre 2020
di La Redazione
Coronavirus
Coronavirus © nc

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 24 ottobre 2020 in Puglia, sono stati registrati 5339 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 631casi positivi: 284 in provincia di Bari, 32 in provincia di Brindisi, 101 in provincia BAT, 123 in provincia di Foggia, 36 in provincia di Lecce, 60 in provincia di Taranto, 6 attribuito a residenti fuori regione (11 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti).

Sono stati registrati 10 decessi: 6 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 Foggia, 1 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell'emergenza sono stati effettuati 518574 test.

5977 sono i pazienti guariti.

7398 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 14031, così suddivisi:

5879 nella Provincia di Bari;

1372 nella Provincia di Bat;

1017 nella Provincia di Brindisi;

3342 nella Provincia di Foggia;

1048 nella Provincia di Lecce;

1272 nella Provincia di Taranto;

101 attribuiti a residenti fuori regione.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 24.10.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/vJEuP

Dichiarazione dell’assessore alle Politiche della Salute, Pier Luigi Lopalco: “Il numero quotidiano di contagi in leggero e continuo aumento si accompagna di conseguenza ad una pressione sul Servizio Sanitario Regionale, sia sui servizi territoriali che sul sistema ospedaliero. È importante uno sforzo da parte di tutti per rallentare la crescita dei contagi. Nelle prossime settimane dobbiamo ridurre al minimo necessario i nostri contatti sociali”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 25 ottobre 2020 alle 11:30 :

    Il numero dei positivi andrebbe sempre correlato con quello dei ricoveri, per non risultare inutilmente allarmistico. Ma evidentemente non è quello che interessa ora, si preferisce trasmettere paura. Rispondi a Franco