L'intervento

​Imprese, Professionisti, Artigiani e Produzione Agricola: "Subito liquidità e mano d’opera”

L'analisi dei referenti provinciali di ItaliaViva Gabriella Baldini e Ruggiero Crudele

Cronaca
Trani mercoledì 08 aprile 2020
di La Redazione
Ruggiero Crudele e Gabriella Baldini
Ruggiero Crudele e Gabriella Baldini © n.c.

«Stiamo attraversando una crisi nella crisi: indispensabile contenere e limitare il contagio, migliorare la risposta pubblica della sanità, dotare finalmente tutti gli italiani di opportuni dispositivi di protezione, e però, attenzione, c'è un'economia che se resta ferma (e lo è già da ormai un mese) farà fatica a rialzarsi. L'emergenza sanitaria ha la priorità, ma altrettanta attenzione va riservata a quella economica - affermano i referenti provinciali di ItaliaViva - sostenendo il nostro tessuto produttivo, le imprese, soprattutto quelle micro e più fragili che costituiscono il motore della nostra economia, alimentato da piccole e medie attività, il cuore pulsante del benessere nella nostra provincia Barletta-Andria-Trani».

«E allora liquidità subito: essere riusciti a garantire PMI, professionisti, Partite Iva, piccoli commercianti e artigiani - sottolineano i responsabili provinciali del movimento Gabriella Baldini e Ruggiero Crudele -, che sui prestiti fino a 25mila euro otterranno la liquidità in modo immediato, coperti con garanzia pubblica al 100%, è quindi un ottimo risultato. Infatti, un primo fondamentale passo è stato l’ultimo Decreto approvato in CdM, grazie al quale si dà respiro ad una parte potenzialmente debole del nostro sistema produttivo, alle prese con le difficoltà finanziarie di questa fase drammatica. Altrettanto importante è che la garanzia al 100% dello Stato si estenda anche per quelle piccole e medie aziende che richiedono importi fino ad 800mila euro, e ItaliaViva si impegnerà in Parlamento affinché si possa migliorare il provvedimento anche per interventi oltre questa soglia.

Mettere in sicurezza il nostro sistema produttivo, imprese e lavoratori, per ItaliaViva significa mettere in sicurezza il Paese e il futuro dei nostri figli, saper guardare oltre, programmare il futuro.

Il Paese può e deve ripartire scommettendo sulle imprese e sul lavoro, al più presto, e un occhio di riguardo va rivolto a un settore chiave dell’economia nella BAT, la produzione agroalimentare, per cui seguiamo e sosteniamo l’impegno continuo della nostra Ministra Teresa Bellanova sul campo, non può assolutamente accadere che i prodotti agricoli restino lasciati a marcire nelle campagne! La mappatura dei fabbisogni di lavoro agricolo, incrociando in modo trasparente e legale domanda e offerta di lavoro, come previsto dal Piano triennale contro il caporalato, è una premessa indispensabile per fronteggiare l'assenza di manodopera che rischia di mandare in sofferenza le nostre aziende agricole, e una prima risposta è stata la proroga a giugno dei permessi di soggiorno stagionali in scadenza, con la prospettiva di ampliarli fino a dicembre.

Poi, occorre favorire il passaggio dei tanti lavoratori stagionali di altri settori, turismo e ristorazione in primis, che possano guardare al lavoro agricolo come a un'opportunità di reddito e bisogna accelerare l'emanazione del Decreto flussi (i numeri dicono che l'agricoltura italiana è per un terzo caratterizzata dalla presenza di lavoratrici e lavoratori stranieri) per gestire le quote regolari e trasformarle in contratti di lavoro: il #coronavirus da minaccia a opportunità per regolarizzare e far emergere il lavoro nero, contrastando caporalato e illegalità.

Una serie di proposte concrete e realizzabili - concludono Gabriella Baldini e Ruggiero Crudele - che stiamo avanzando in queste ore al Governo, alcune già accolte, e che chiediamo, ai nostri concittadini della Sesta Provincia, di condividere e sostenere, in questi giorni in cui non possiamo lasciare nulla di intentato per dare un aiuto vero al nostro sistema economico, e quindi alla ripresa sociale nelle dieci comunità cittadine che hanno diritto a un presto ritorno alla quotidianità, che sia anzi migliore facendo virtù dell’attuale emergenza».

Lascia il tuo commento
commenti