L'appuntamento

​Giardiniere, per andare "oltre la detenzione". Il progetto con il carcere di Trani

Il corso da operatore per la realizzazione e la manutenzione di giardini

Cronaca
Trani sabato 18 gennaio 2020
di La Redazione
Oltre la detenzione, il corso per giardiniere
Oltre la detenzione, il corso per giardiniere © n.c.

Lunedì 20 gennaio 2020, alle ore 18,00, a Bisceglie nel Palazzo Tupputi, in via Cardinale Dell’Olio n. 30, si svolgerà l’incontro conclusivo del corso organizzato da Agromnia Soc. Coop. per “Giardiniere (operatore per la realizzazione e la manutenzione di giardini)”.

L'iniziativa nasce nell'ambito dell'Avviso 1/2017 - Linea 1 "Iniziativa sperimentale di inclusione sociale per persone in esecuzione penale." Il Progetto finanziato dalla Regione Puglia - P.O.R. PUGLIA – FESR – F.S.E. 2014 – 2020 - rilancia la collaborazione istituzionale tra Istituti penitenziari, Enti di formazione e terzo settore, fondamentale per l'efficacia dei percorsi di crescita personale e di reinserimento lavorativo e sociale della persona detenuta.

Il corso di formazione è stato svolto in stretta collaborazione con la Direzione della casa Circondariale maschile di Trani con l'intento di creare continui momenti di osmosi, interazione e interrelazione con la comunità esterna al fine di ridurre quanto più possibile il fossato fra la società e la comunità della Casa Circondariale e per agevolare il ritorno dei detenuti alla loro vita sociale, civile e culturale.

«I percorsi formativi sono essenziali per il recupero dei soggetti detenuti e una loro reintegrazione nel tessuto sociale – sostiene il dr. Mauro Guglielmi, agronomo di Agromnia». Interverranno il dott. Antonio Montillo, rappresentante dell’Assessorato all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro della Regione Puglia. E’ previsto il saluto del sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, e di Roberta Rigante, Assessore alle Politiche Sociali dello stesso Comune. In rappresentanza del Comune di Trani interverrà Patrizia Cormio, Assessore alle Politiche Sociali. Giuseppe Altomare, direttore della Casa Circondariale maschile di Trani, spiegherà come è scaturita la comunione di intenti tra istituzione ed ente di formazione per offrire ai detenuti una concreta possibilità di riscatto. L’incontro sarà moderato da Lucia De Mari, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno. L’ingresso è libero. Sarà possibile registrarsi a partire dalle ore 17.30.

Lascia il tuo commento
commenti