La segnalazione

Porto di Trani, barca affondata da 5 giorni e rischio fuoriuscita di idrocarburi

Scarsa attenzione degli uffici preposti? Problemi burocratici? Cosa sta accadendo?

Cronaca
Trani domenica 17 marzo 2019
di La Redazione
Imbarcazione affondata nel porto di Trani
Imbarcazione affondata nel porto di Trani © n.c.

"Oltre al danno, la beffa". Quella che si sta verificando nel porto di Trani da ormai 5 giorni è una situazione paradossale. Dal 12 marzo scorso presso la testata del pontile B della Darsena comunale di Trani giace sui fondali un'imbarcazione di oltre 11 metri di lunghezza. Ma la storia di questa barca è legata ad una situazione molto più "vecchia".

L'imbarcazione sarebbe ormeggiata presso quel pontile da oltre 10 anni ma negli ultimi stando ad informazioni acquisite risulterebbe morosa per il canone d'ormeggio. Una barca in stato di semi-abbandono da troppo tempo. Da venerdì mattina, tre giorni dopo il momento in cui l'imbarcazione è affondata, sembra sia iniziata a fuoriuscire anche una chiazza di idrocarburi. Cosa è accaduto in tutto questo tempo? C'è una responsabilità dell'ufficio competente del Comune? Perché non è stata imposta la rimozione della barca? A chi verrà attribuita la responsabilità delle spese di recupero che, essendo uno specchio acqueo in concessione al Comune stesso, ricadranno sulle casse comunali?

Come mai il relitto non è stato ancora rimosso, mettendo a serio rischio il porto di Trani?

Lascia il tuo commento
commenti