La nota

Sistema Trani, il legale di De Feudis: "Perplessi su tempestività alla vigilia udienza preliminare"

Dopo la notizia pubblicata ieri circa il sequestro di beni pari a 670mila euro da parte della Guardia di finanza nell'ambito dell'inchiesta Sistema Trani, giunge in redazione al nota del legale del dipendente comunale

Cronaca
Trani venerdì 08 febbraio 2019
di La Redazione
Procura di Trani
Procura di Trani © n.c.

Dopo il sequestro del patrimonio mobiliare ed immobiliare nella disponibilità di Sergio De Feudis, dipendente del Comune di Trani, di cui abbiamo dato notizia ieri a questo link, giunge in redazione la nota dell'avvocato Claudio Papagno, legale di De Feudis.

"Nonostante l’ultima vicenda, confermiamo la più ampia fiducia nei confronti della magistratura ordinaria e contabile e confidiamo nella possibilità di poter fornire una più ampia ricostruzione dei fatti rispetto a quelli rappresentanti nel provvedimento di sequestro ante causam. Obiettivo che stiamo già perseguendo dinanzi al giudice per l’udienza preliminari presso il tribunale di Trani nell’ambito dell’udienza preliminare che proprio in questo momento si sta celebrando".

"Rimaniamo perplessi, però, circa la tempestività con cui il nucleo di tutela della spesa pubblica della guardia di finanza ha avviato l’azione - continua la nota - a distanza di quasi tre anni dalla conclusione delle indagini e, guarda caso, alla vigilia della richiamata udienza preliminare. Perplessità che si aggiungono alle non poche che riguardano l’intera indagine del c. d. “Sistema trani” e che non si mancherà di porre in evidenza nelle sedi opportune."

Lascia il tuo commento
commenti