Il fatto

Perseguitava la ex e la sua famiglia: in carcere per stalking 46enne di Trani

L'uomo, secondo quanto emerge dalle diverse denunce presentate dalla vittima, non si era rassegnato alla fine della relazione con lei e aveva minacciato anche la sorella e il cognato e persino il figlio minorenne

Cronaca
Trani lunedì 14 gennaio 2019
di La Redazione
Stalking
Stalking © n.c.

Continuava a perseguitare la donna con cui aveva avuto una relazione ormai conclusasi da tempo, con telefonate anonime, messaggi via wathsapp e messenger e pedinamenti continui che interessavano pure familiari e amici della vittima. E’ finito solo qualche giorno fa l’incubo di una professionista tranese, dopo che i carabinieri di Trani hanno arrestato (in carcere) un 46enne, accusato di stalking ai suoi danni. L'uomo, secondo quanto emerge dalle diverse denunce presentate dalla vittima, non si era rassegnato alla fine della relazione con lei e aveva minacciato anche la sorella e il cognato e persino il figlio minorenne. In una occasione le sue minacce si erano tradotte nel puntare una pistola - poi risultata a salve – contro un imprenditore edile che stava facendo lavori di ristrutturazione al b&b della sorella, vicino a casa della ex compagna. Il 46enne, gia' denunciato per 11 volte dalla donna, era stato raggiunto da un avviso di conclusione delle indagini a dicembre per un procedimento aperto nel 2016. Ma questo non avevo fermato "le condotte offensive" dell'uomo, come le definisce il gip del Tribunale di Trani, Maria Grazia Caserta, nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Per questo il Gip, in seguito alle nuove denunce della donna, ha ritenuto sussistere i presupposti per un arresto in carcere cosi' come richiesto dal pm, ritenendo del tutto inadeguate misure piu' blande.

Lascia il tuo commento
commenti