La storia

Via Olanda, tra le case popolari si consuma una battaglia di disperazione

La promessa, sino a ieri, era quella di abbandonare l'appartamento dopo due notti di occupazione abusiva

Cronaca
Trani giovedì 10 gennaio 2019
di La Redazione
Operazione sgombero Polizia in via Olanda, repertorio
Operazione sgombero Polizia in via Olanda, repertorio © Tranilive.it

Dopo qualche mese, in via Olanda, si ripete una situazione di illegalità legata ad un bisogno primario: la casa. Un altro appartamento è stato occupato in maniera abusiva mentre il legittimo assegnatario era fuori dallo stesso. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine, gli operatori di Arca Puglia ed i servizi sociali di Trani. Una guerra senza armi né violenza tra storie di disperazione.

"Ieri dopo ore di dialogo abbiamo concluso con la signora che ha occupato l'appartamento che avrebbe lasciato lo stesso, per restituirlo al ragazzo che viveva al suo interno", così stamattina l'assessore Debora Ciliento, contattata telefonicamente. La situazione di disagio del legittimo assegnatario sarà presto tra le attenzioni dei servizi sociali in quanto oltre alla morosità vi sarebbero situazioni gravi "delle quali non eravamo a conoscenza", commenta l'assessore.

Storie di disperazione e gravissime condizioni sociali, comprese quelle della famiglia che ha occupato l'appartamento: origini tranesi ma rientrati da poco in città in quanto hanno vissuto fuori per far curare una figlia gravemente malata. Sino a prima dell'occupazione, il nucleo (due donne e tre minori) conviveva con la sorella di una delle donne. Venute a conoscenza della situazione di fragilità economica e sociale del ragazzo, una volta che lo stesso ha abbandonato casa, hanno provveduto ad occuparla.

La promessa, sino a ieri, era quella di abbandonare l'appartamento dopo due notti di occupazione.

Lascia il tuo commento
commenti