Il fatto

Rissa tra ragazzi in piazza Libertà: intervengono i Carabinieri ed il 118

Il giovane che ha avuto la peggio ha subìto una ferita all'arcata sopraccigliare

Cronaca
Trani lunedì 06 giugno 2022
di La Redazione
Tracce di sangue presenti sul luogo della rissa, il mattino dopo i fatti
Tracce di sangue presenti sul luogo della rissa, il mattino dopo i fatti © TraniLive.it

Una rissa tra ragazzi, accerchiati poi da un folto numero di altri coetanei, con un ferito che rifiuta il trasporto in ospedale: i fatti sono avvenuti ieri sera, domenica 5 giugno, in piazza Libertà nell'angolo all'incrocio con via Mario Pagano. I protagonisti sarebbero degli under 30 e non si hanno al momento ulteriori indicazioni sulle motivazioni che avrebbero scatenato la rissa ma ancora una volta il weekend si tinge di un episodio di cronaca. Sul posto sono intervenute due pattuglie dei carabinieri ed un'ambulanza del 118. I soccorritori hanno medicato il ragazzo che ha subìto una ferita all'arcata sopraccigliare perdendo molto sangue. Le tracce di sangue erano ben visibili sul marciapiede anche al mattino seguente. Il giovane ha rifiutato di essere trasportato in ambulanza al pronto soccorso e si è recato personalmente, è stato trattato in codice verde per trauma cranico guaribile in pochi giorni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Alfredo Taranto ha scritto il 07 giugno 2022 alle 12:44 :

    Generazione persa di nullafacenti sovvenzionati dal reddito dei nullafacenti..Continuiamo così...Dal16 giugno partono le firme per il referendum:il lavoro nobilita l'Uomo Rispondi a Alfredo Taranto

  • Maria P. ha scritto il 06 giugno 2022 alle 10:31 :

    Generazione persa di nullafacenti sovvenzionati da genitori incapaci di educarli Rispondi a Maria P.

    Donatella Limone ha scritto il 07 giugno 2022 alle 16:34 :

    Giusto devono abolirlo la maggior parte di chi lo prende sono scansafatiche e mantengono i pali dalla mattina alla sera e li vedi sfoggiare di tutto e di più quanto fino a prima andavano alla Caritas per mangiare... ...i nuovi impiegati del cavolo ogni fine mese pronti allo sportello e si arrabbiano se non trovano nulla guarda un poco e chi lavora deve sudare per avere lo stipendio..... ANDATE A LAVORARE PECORONI I CONTROLLI A LORO VANNO FATTI NON A NOI CHE PAGHIAMO LE TASSE Rispondi a Donatella Limone

    A.R. ha scritto il 17 giugno 2022 alle 06:52 :

    Ha ragione la signora Donatella. Conosco personalmente genitori che nn hanno la minima autorità sui figli, anzi si vantano delle bravate che fanno e se qualche forza dell'ordine si "permette" di sanzionare ? Apriti cielo!!!! Rispetto Zero... Il lavoro? A che serve, ci sono papà e mamma che sovvenzionano, macchina, cellulare, bici elettrica, e tanto altro, e se non lo fanno subiscono talvolta anche le minacce dei figli. Speriamo bene, è giusto ciò che dice il sig. Alfredo ... generazione persa.. Rispondi a A.R.

  • Domenico Volpe ha scritto il 06 giugno 2022 alle 10:28 :

    Ormai le notti sono caratterozzate spessissimo da episodi di violenza e di vandalismo. Purtroppo questo è frutto dei tempi, delle sconsiderate regole di consumismo sfrenato e di libertinaggio tollerato. Occorre prevenire tutto questo, sia da parte delle forze dell'ordine, che da parte dei commercianti e dei cittadinio stessi. Se un turista assiste ad una sceneggiata del genre, state pur certi che non ci torna più. Se questo non lo si fa capire a tutti, andremo sempre peggio. Rispondi a Domenico Volpe

    alba 2000 ha scritto il 23 giugno 2022 alle 07:29 :

    sono pienamente d'accordo, spiegami come fare a riunire i cittadini e farli rendere conto che la realtà di TRANI è davvero invivibile, per noi tutti. Rispondi a alba 2000