Il fatto

Rissa in discoteca, un giovanissimo ferito con 6 coltellate a Bisceglie

Non si conoscono ancora le cause della lite

Cronaca
Trani domenica 07 novembre 2021
di La Redazione
La caserma dei carabinieri di Bisceglie
La caserma dei carabinieri di Bisceglie © n.c.

Ore 10.45

Ulteriori agghiaccianti aggiornamenti sulla vicenda di questa mattina all'alba nella discoteca biscegliese: saranno le indagini dei carabinieri, coordinate dalla procura di Trani, a stabilire la dinamica della lite, finita con un giovane di 26 anni di Bari rimasto accoltellato.

La vittima, incensurata, sarebbe stata raggiunta da sei fendenti – tra addome, inguine e gambe – sferrati, per motivi in corso di accertamento, da uno sconosciuto. Il giovane è stato soccorso e trasportato in ospedale ed è stato stabilizzato. Le sue condizioni non sarebbero gravi ed è ora ricoverato nel reparto di Chirurgia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie.  

I militari stanno ascoltando i testimoni dell’accaduto e acquisendo le immagini registrate dal circuito di videosorveglianza interno al locale in cui, al momento del ferimento intorno alle 5 del mattino di oggi, c’erano circa 2mila persone (dato in attesa di conferma, ndr).

 

Ore 8.00

Poteva finire in tragedia la rissa scoppiata questa notte, quella tra sabato e domenica, in una nota discoteca di Bisceglie.

Al momento le notizie sono poche e frammentarie. Si sa soltanto che un giovanissimo è giunto in ospedale a Bisceglie con almeno 4 ferite su varie parti del corpo. Ferite provocare da un coltello. Il giovane è stato stabilizzato dai medici del Pronto soccorso e non sarebbe in pericolo di vita. 

Le cause del ferimento andrebbero, il condizionale è d'obbligo, ricondotte ad una rissa tra ragazzi scoppiata non si sa ancora per quali ragioni all'interno della discoteca.

Una parola di troppo, qualche spintone e poi la rissa che finisce con uno di loro accoltellato. La vittima, di cui non sono stati rese le generalità, è stato subito soccorso e trasferito in ospedale: le sue condizioni sono stabili. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Lascia il tuo commento
commenti