Il fatto

La ​Asl Bt ha sospeso 21 operatori sanitari non vaccinati

Resteranno senza stipendio fino a quando non saranno in regola con gli obblighi previsti per la categoria

Cronaca
Trani venerdì 15 ottobre 2021
di La Redazione
Corsia di ospedale
Corsia di ospedale © n.c.

La Direzione strategica della Asl Bt ha sospeso 21 dipendenti che non hanno assolto agli obblighi vaccinali previsti "per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario".

Il provvedimento di sospensione dal servizio con privazione della retribuzione e di qualunque altro compenso o emolumento, fino all'assolvimento dell'obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al 31 dicembre 2021 (salvo diverso termine stabilito dalla legge), arriva a conclusione di un lavoro di ricognizione della Commissione aziendale preposta alla attuazione della procedura operativa di gestione dell'obbligo vaccinale ai sensi dell'art.4 del D.L. 22/2021 convertito con modificazioni in legge n.76/2021.

"E' un atto dovuto che arriva a conclusione di un lavoro meticoloso fatto dalla commissione aziendale - dice Alessandro Delle Donne, Commissario straordinario della Asl Bt - nella nostra Asl i dipendenti sono in totale quasi 4mila e abbiamo avuto risultati soddisfacenti di copertura vaccinale con risvolti da subito molto positivi sul contenimento della diffusione della pandemia all'interno delle nostre strutture. In questo momento è in corso anche la somministrazione della terza dose: abbiamo cominciato dagli operatori in servizio a Bisceglie dove sono presenti pazienti positivi al Covid e subito dopo procederemo con ordine su tutti gli altri presidi sia ospedalieri che territoriali".    

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Alberto Tanzi ha scritto il 08 novembre 2021 alle 11:02 :

    Quante storie per fare un vaccino, neanche li avessero condannati alla sedia elettrica. Rispondi a Alberto Tanzi

  • Marco de Ruvo ha scritto il 08 novembre 2021 alle 10:59 :

    Molto bene! Rispondi a Marco de Ruvo

  • Franco ha scritto il 16 ottobre 2021 alle 20:20 :

    Un controsenso togliere il lavoro per un vaccino al personale sanitario che all'inizio pandemia è andato al lavoro anche senza vaccino. Rispondi a Franco

  • Marco ha scritto il 15 ottobre 2021 alle 17:19 :

    Il personale sanitario fa' da cavia e da apripista all'obbligo di vaccino generalizzato. Lo vogliono gli Pfizerai Magici in azione sin dal primo momento per creare un monopolio nei vaccini riconosciuti. Rispondi a Marco

  • Marco ha scritto il 15 ottobre 2021 alle 17:09 :

    Un provvedimento da Stato totalitario. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 15 ottobre 2021 alle 10:18 :

    L'obbligo vaccinale sussiste solo per il personale sanitario e quindi è già una discriminazione non essendoci obbligo vaccinale generale. Il Green pass come è applicato in Italia è una norma che non ha pari in tutto il mondo. Rispondi a Franco

    Maria P. ha scritto il 16 ottobre 2021 alle 08:55 :

    Purtroppo lo stato di emergenza mai revocato permette queste violazioni dei Diritti che come già detto da altri non hanno pari nel mondo, neppure nei regimi dittatoriali. Rispondi a Maria P.