Il fatto

Bong artigianale "abbandonato" in pieno centro storico: turisti a spasso tra degrado e droga?

Siamo nel centro storico, in una delle vie più caratteristiche che collega la zona della torre dell'orologio di San Donato con via la Giudea

Cronaca
Trani lunedì 06 settembre 2021
di La Redazione
Bong
Bong "artigianale" abbandonato in pieno centro storico © TraniLive.it

Una bottiglietta di plastica con un "naso" giallo creato con la cannuccia, abbandonata dietro uno stipite di pietra, sotto l'arco di via Porta Antica, già vico Prologo II. Non è una semplice "bottiglietta", ovviamente, ma un bong realizzato in maniera artigianale e sfruttato per fumare droga. Siamo nel centro storico, in una delle vie più caratteristiche che collega la zona della torre dell'orologio di San Donato con via la Giudea prima di affacciarsi sul porto. I residenti sono ormai abituati allo stazionamento di ragazzi in tarda sera o a ritrovare angoli dei propri palazzi utilizzati come orinatoi a cielo aperto. Ci si pone il problema dell'immagine regalata al turista: anche questa è una sfumatura di Trani, ma è giusto restare indifferenti?

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Ilsensocivico ha scritto il 06 settembre 2021 alle 19:11 :

    Andate a fare una passeggiata in città come Bisceglie o Giovinazzo città piene di gente e guardate le strade . Qui c’è degrado e sporcizia e non si comprende perché . Io almeno non lo comprendo ! Rispondi a Ilsensocivico

  • ARMANDO DP ha scritto il 06 settembre 2021 alle 14:29 :

    ma a TRANI siamo indifferenti a tutto. Siamo stati indifferenti quando ci hanno tolto l'ospedale , siamo stati indifferenti quando e' andata via l' universita privata ( solo un consigliere comunale di destra denuncio' la cosa ) manca solo che ci tolgono il triibunale ed il carcere ...... Ho l'impressione che ai nostri uomini politici alla stampa locale e a molti tranesi non interessa molto il futuro di TRANI FAVORENDO IIL SACCHEGGIO DELLA CITTA ' DA PARTE DI ALTRE I REALTA' LOCALI E REGIONALI Rispondi a ARMANDO DP

  • Franco ha scritto il 06 settembre 2021 alle 11:02 :

    Il problema non è solo che ci sono degli spacciatori ma soprattutto dei giovani o giovanissimi consumatori di queste sostanze. Rispondi a Franco