La segnalazione

Trani, attese infinite e quartiere "tagliato": il passaggio a livello è un problema serio

Le foto che vi mostriamo sono state scattate nella stessa giornata in due momenti differenti, in entrambi l'attesa è stata di oltre mezz'ora

Cronaca
Trani venerdì 14 maggio 2021
di La Redazione
Passaggio a livello, pedoni fermi in attesa di apertura delle sbarre
Passaggio a livello, pedoni fermi in attesa di apertura delle sbarre © TraniLive.it

Ritardi nei momenti cruciali, al mattino tra le 6.50 e le 7.50, spesso di martedì, ed il pomeriggio tra le 18 e le 19.30. "Dall'inizio del periodo emergenza Covid la situazione è peggiorata terribilmente", ci scrive una lettrice. Parliamo delle attese dinanzi al passaggio a livello cui sono costretti i pedoni per attraversare la città dalla zona Stadio alla zona centro e dei pendolari che perdono coincidenze e spesso arrivano a lavoro in ritardo. "La cosa più pericolosa è l'abitudine di attraversare a sbarre chiuse. Vedo sempre più persone farlo ed è molto pericoloso, anche molti anziani. Da vent'anni si parla di risoluzione della questione passaggio a livello ma non vi sono mai stati passi in avanti" continua.

Le foto che vi mostriamo sono state scattate nella stessa giornata in due momenti differenti, in entrambi l'attesa è stata di oltre mezz'ora, ci dice la lettrice. "Un passaggio pedonale in sicurezza serve urgentemente. Ho inviato varie mail alle Ferrovie senza aver mai avuto riscontro". In questi giorni Alessandro Moscatelli, presidente del Movimento Realizzazione del sottopasso, ha inoltrato al sindaco, al prefetto e a Rete Ferroviarie Italiane, una nota a distanza di un'altra inoltrata ben quattro mesi fa nella quale veniva proprio denunciato il problema di ordine pubblico e di sicurezza nei pressi delle sbarre del passaggio a livello, "determinati da chiusure di lunga durata e ad intervalli frequenti e costanti a causa dei passaggi dei convogli ferroviari, con ogni conseguente disagio e pericolo al traffico pedonale e veicolare trattandosi di zona centrale della città di Trani. Per non parlare degli utenti che attraversano i binari nonostante le sbarre abbassate".

Moscatelli chiede inoltre informazioni in merito all’iter di cui alla convenzione sottoscritta da Comune di Trani e RFI in data 26 febbraio 2020 ed, in particolare, "il motivo per il quale, se è vero che, come affermato dal Sindaco, è stato approvato un progetto, non è ancora partita la cantierizzazione dei siti interessati dalle opere". Il passaggio a livello resta uno dei problemi che si trascinano da tempo senza giungere mai ad un punto di svolta reale.

Lascia il tuo commento
commenti