La denuncia

Stazione di Trani, terra di nessuno: sottopassaggio nelle mani dei bulli?

Abbiamo raccolto il racconto di alcuni pendolari: urla, rumori terrificanti e atteggiamenti minacciosi

Cronaca
Trani sabato 17 aprile 2021
di La Redazione
Stazione di Trani, Sottopassaggio
Stazione di Trani, Sottopassaggio © TraniLive.it

Vogliamo tener traccia di un episodio inquietante capitato ad alcuni pendolari nella giornata di ieri, raccogliendo una segnalazione. Paura e rabbia per non essere liberi di vivere in serenità un luogo della città. Ore 18.30: il treno arriva al binario 3 da Bari, i pendolari (pochissimi, due) abbandonano i vagoni e si dirigono verso l'ingresso del sottopassaggio. Mentre scendono vengono bloccati da un gran chiasso, suoni di pedate pesanti, persone che corrono, poi urla terrificanti e rumori cupi, tonfi, suoni che qualcuno descrive come "una testa sbattuta violentemente sul muro o per terra".

I pendolari risalgono, per paura, e dall'altro lato della banchina c'è chi (due uomini) li invita alla calma, li invita a non spaventarsi, con fare stranamente tranquillo. Due ragazzini intanto risalgono dal sottopassaggio correndo e "parlano" a distanza con gli uomini dall'altro lato della banchina, continuando ad invitare i pendolari a non allertare le forze dell'ordine e a stare tranquilli. I pendolari - per paura e mettendo loro stessi a rischio - abbandonano la stazione senza impegnare il sottopassaggio ma proseguendo attraverso i binari verso il passaggio a livello.

Non sappiamo cosa sia accaduto, potrebbe essersi trattato di un balordo "scherzo" simulando un'aggressione nel sottopassaggio (e questo spiegherebbe la strana tranquillità di chi si trovava dall'altro lato della banchina), così come potrebbe esserci stata una brutale aggressione e in questo secondo caso sarebbe inquietante la presenza di quei due uomini a "coprire" quanto accaduto. Dell'episodio è informato il Commissariato di pubblica sicurezza. 

Che sia accaduto un evento criminoso o meno, sembra assurdo che un manipolo di ragazzini possa imporre con il terrore e la violenza il proprio "potere" in un luogo pubblico.

 

Lascia il tuo commento
commenti