La novità

Avviato il Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare a Bisceglie e Trani

Erogato in favore di famiglie che hanno nel loro nucleo figli minori che versano in situazione di disagio socio-relazionale

Cronaca
Trani sabato 10 aprile 2021
di La Redazione
Palazzo di Città di Bisceglie
Palazzo di Città di Bisceglie © n.c.

L’Ambito Territoriale di Trani e Bisceglie ha avviato a partire dal 22 marzo 2021 il Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare (A.D.E.), gestito dall’ATI Cooperative Sociali Shalom – Vivere Insieme, che si configura quale Servizio a gestione associata del Piano Sociale di Zona, erogato in favore di famiglie residenti nel territorio dell’Ambito che hanno nel loro nucleo figli minori che versano in situazione di disagio socio-relazionale.

Il servizio è finanziato con risorse del Piano Sociale di Zona e con risorse del PON Inclusione.

Il Servizio persegue obiettivi sia di prevenzione che di sostegno diretto ai minori, al fine di tutelare, accompagnare, promuovere le risorse personali e sostegno diretto alle loro famiglie per supportare e rafforzare le funzioni genitoriali. Si caratterizza per la forte valenza preventiva ed è connotato come intervento di rete volto a facilitare il riconoscimento dei bisogni/problemi dei minori da parte dei familiari, riattivare e sviluppare la comunicazione e le relazioni interpersonali, promuovere le capacità genitoriali e l’assunzione delle responsabilità di cura ed educative, salvaguardando o recuperando quanto più possibile la qualità del rapporto genitori-figli, prevenire il ricorso all’istituzionalizzazione e/o facilitare il rientro dei minori in famiglia.

Il Servizio prevede l’affiancamento al nucleo familiare di un educatore professionale che fungerà da riferimento per i minori ed il nucleo stesso, attraverso interventi di sostegno alla genitorialità, supporto educativo e pedagogico al minore, interventi di promozione dell’autonomia, dell’inclusione sociale e dell’integrazione sul territorio, azioni di supporto didattico, orientamento e bilancio di competenze anche in collaborazione con gli Istituti Scolastici

Nell’ambito del Servizio saranno previsti anche interventi innovativi rivolti agli utenti ed alle famiglie, tra cui:

  • Servizi di Consulenza Psicologica e di prevenzione dei disturbi alimentari;
  • Attività e laboratori creativi e di socializzazione in partnership con enti sul territorio;
  • Azioni di tutoring per la cittadinanza attiva rivolte agli adolescenti per stimolarli alla ricerca attiva di modi alternativi per utilizzare il proprio tempo libero;
  • Formazione degli utenti e dei genitori sui rischi connessi alla navigazione su Internet;
  • Servizi di intrattenimento estivi;
  • Uscite presso stabilimenti balneari;
  • Giornate di socializzazione;
  • Etc.

Gli interventi attivati con l’ADE saranno realizzati dall’Ente Gestore in raccordo con l’Ufficio di Piano, il Servizio Sociale Professionale di Trani e il Servizio Sociale Professionale Bisceglie, con le scuole, con il Consultorio e con i Servizi Territoriali, al fine di assicurare una presa in carico globale mettendo a punto interventi integrati con tutte le risorse del territorio.

Particolare attenzione sarà prestata alle situazioni rilevate dai Servizi Sociali Professionali dei Comuni/Servizio Sociale di Ambito, dai Servizi territoriali e ospedalieri della ASL (Consultorio), dalla medicina di base e specialistica, dalle istituzioni scolastiche ed educative, da altre organizzazioni per i diritti dei minori, laddove le condizioni socio-ambientali e psicologiche del minore lo espongano ad eventuali rischi.

Inoltre, il servizio rappresenta un importante “sostegno” nel percorso di inclusione sociale dei nuclei familiari che percepiscono il reddito di cittadinanza.

Il Sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, dichiara: “Durante l’emergenza pandemica il nostro Ambito territoriale non ha mai smesso di erogare e programmare servizi ed iniziative, modificandone in talune circostanze le modalità di intervento ma senza perdere l’efficacia. Ci sono dei bisogni di assistenza imprescindibili e l’assistenza domiciliare educativa va senz’altro annoverato tra questi. La condizione di convivenza forzata in cui sono tenute a vivere da oltre un anno le famiglie è stato fattore di problematicità elevato ma ci ha permesso di ricavare indicazioni preziose, un patrimonio esperienziale che valorizzeremo anche una volta terminata l’emergenza. Intanto non abbandoniamo i minori e con i soggetti attuatori del servizio rinnoviamo la concreta collaborazione finalizzata a favorire il percorso di crescita ed inclusione che ogni bambino merita”   

Il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano dichiara: “L’attivazione dell’ADE è un risultato importante per il quale l’Ufficio di Piano ha tanto lavorato anche in virtù delle sollecitazioni del Comune di Bisceglie e dell’Assessorato all’inclusione sociale. Siamo convinti che intervenire sui minori e sulle famiglie nello stesso ambiente domestico, con progetti personalizzati, consenta di mettere in moto un reale ed efficace processo di cambiamento finalizzato ad uno sviluppo armonico e sereno dei minori, che prevenga forme di esclusione ed emarginazione sociale o di devianza. Siamo molto soddisfatti e auspichiamo di vedere presto i risultati di questo impegno”.

Sarà possibile fruire del Servizio anche su richiesta volontaria del nucleo, presentando specifica domanda al Servizio Sociale Professionale.

Per informazioni è possibile rivolgersi al Segretariato Sociale:

  • Comune di Trani, Via Tenente Morrico, n. 2, Tel. 0883.581105 – 353.3061614
  • Comune di Bisceglie, Via Prof. Mauro Terlizzi 20, Tel. 080.3950297 – 377.3269513
Lascia il tuo commento
commenti