Alimenti e beni di prima necessità sono stati donati dalla fondazione Vincenzo Casillo

Circo bloccato a Trani per la pandemia. Gli aiuti arrivano anche da Corato

Da ben due mesi bloccati a Trani dal coronavirus. È la storia di due circhi, il Marina Orfei e il Royal, fermi nella città adriatica per motivi di sicurezza sanitaria.

Attualità
Trani mercoledì 29 aprile 2020
di La Redazione
Circo bloccato a Trani per la pandemia. Gli aiuti arrivano anche da Corato
Circo bloccato a Trani per la pandemia. Gli aiuti arrivano anche da Corato © n.c.

Da ben due mesi bloccati a Trani dal coronavirus. È la storia di due circhi, il Marina Orfei e il Royal, fermi nella città adriatica per motivi di sicurezza sanitaria. Girovaghi per tradizione, i circensi sono costretti lontano da casa senza nessuno spettacolo da eseguire, con poche risorse e famiglie e animali da sostenere.

«Faccio parte di una compagnia circense - spiega Enzo Bisbini - composta da 60 persone e 70 animali. In questo momento particolare in cui siamo stati bloccati per ben due mesi senza lavorare siamo andati avanti con le nostre poche risorse, dopodiché abbiamo iniziato a chiedere aiuto».

Una mano concreta che è arrivata anche da Corato. Alimenti e beni di prima necessità sono stati donati dalla fondazione Vincenzo Casillo, presieduta da Cardenia Casillo. Da Andria l'associazione "Amici per la vita" di Riccardo Leone. Da Trani si sono prodigati i volontari dell'associazione Orizzonti.

«Un ringraziamento speciale va a tutti loro - dice Bisbini - al nostro angelo custode Anna Lauciello, al dottor Gianni Montanaro e ai Fratelli Moschetta di Andria che hanno fornito frutta e verdura. Vogliamo ringraziarli con un pezzo musicale: "La vita è bella"».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Francesca Paulangelo ha scritto il 29 aprile 2020 alle 06:49 :

    Ma perché ancora legale é il circo con animali? Ma chi ha il coraggio di andarci ancora? Vietateli! Rispondi a Francesca Paulangelo