Alle ore 19:30 il secondo appuntamento

Trani, Economia e Lavoro: oggi tocca al settore Calzaturiero e al suo indotto

Il tema dell'incontro di questa sera è “La scarpa a Trani: dalla lavorazione artigianale alla produzione industriale”

Attualità
Trani giovedì 13 febbraio 2020
di La Redazione
Settore calzaturiero
Settore calzaturiero © Google

Si è inaugurato ieri presso Palazzo delle Arti Beltrani, il ciclo di convegni che affronta in un'ottica diacronica la storia, il presente e il futuro tre macroaree: 1. Agricoltura e Pesca, 2. Calzaturiero e indotto, 3. Comparto lapideo.

Il primo incontro, che ha visto una notevole partecipazione di pubblico, ha avuto come oggetto “Trani: terra di agricoltori e mare di pescatori” ed era dedicato all’Agricoltura e alla Pesca. Ad introdurre i lavori la coordinatrice del progetto Annamaria Natalicchio, mentre i saluti sono stati affidati al sindaco della città di Trani, Amedeo Bottaro, all’assessore alle attività produttive e politiche per lo sviluppo Marina Nenna, e al consigliere comunale Giacomo Marinaro. Bisogna ricordare che Trani vanta il primo codice marittimo del Mediterraneo: gli “Ordinamenta et Consuetudo maris”, Statuti Marittimi promulgati nella città di Trani nel 1063, e che proprio il porto ha costituito un importante crocevia per scambi culturali e commerciali, dando l’abbrivio alla crescita e all’opulenza della città. Tutto sembra essere legato a filo doppio al mare dunque, così come il commercio delle spezie, del baco da seta.

Oggi il ciclo d'incontri, continua sempre alle ore 19:30 con un incontro dedicato al Calzaturiero e al suo indotto, ciò che resta del comparto del TAC, con il convegno “La scarpa a Trani: dalla lavorazione artigianale alla produzione industriale”.

La sezione storica si concluderà sabato 15 febbraio alle ore 19,30 con il focus sul comparto lapideo che tanto ha significato per la città, “La pietra di Trani: perla dell’arte e dell’architettura.

È ancora possibile iscriversi al progetto, manifestando la propria adesione compilando il modulo al link: https://forms.gle/uRJGeDTgg3T7egk4A, anche sul sito www.palazzodelleartibeltrani.it.

Tutti sono chiamati a profondere i propri contributi che possono essere di vario tipo: da quelli storici, a quelli descrittivi della realtà odierna, sino a quelli propositivi, come istanze e soluzioni per il futuro. Saranno bene accetti documenti fotografici o cartacei ma anche testimonianze orali o di storie tramandate che serviranno per l’allestimento di una mostra durante l’intero ciclo di incontri. Le foto o gli eventuali video verranno semplicemente scansionati dallo staff tecnico di Palazzo Beltrani anche presso le vostre sedi. Informazioni al numero 0883500044.

Il fine sarà poi quello di organizzare e sistematizzare tutto lo studio in una pubblicazione e in un DVD da lasciare alle future generazioni, alla Biblioteca di Trani e ovviamente a Palazzo Beltrani, che sia una rappresentazione attenta e lucida dei vari comparti, per comprendere, partendo dall’analisi del passato e del presente, il futuro di queste attività e dei mestieri ad esse legati.

Una fotografia nitida insomma, da cui poi si potrà attingere per ridisegnare lo scenario economico della città di Trani.

Lascia il tuo commento
commenti