Il premio

DigithOn 2019: premiato Miracle. Tra i fondatori il tranese Vincenzo Pasquadibisceglie

L'obiettivo della startup Miracle è di creare un prototipo di specchio intelligente per diagnosticare il livello di rischio cardiovascolare

Attualità
Trani lunedì 09 settembre 2019
di Ottavia Digiaro
Premiazione Miracle
Premiazione Miracle © DigithOn

"Agiamo nell'ombra per servire la luce. Siamo informatici". Si definiscono così Gianluca Zaza (Ceo) e il tranese Vincenzo Pasquadibisceglie (Cto) entrambi informatici e laureati presso l'università degli Studi di Bari. Gianluca e Vincenzo sono founder della startup Miracle e il loro obiettivo è di creare un prototipo di specchio intelligente con l'obiettivo di diagnosticare il livello di rischio cardiovascolare.

Il progetto propone la realizzazione di uno specchio intelligente in grado di rilevare i parametri vitali di una persona, come battito cardiaco, saturazione di ossigeno e ritmo di respirazione, evitando l’uso di sensori invasivi ma semplicemente elaborando l’immagine del volto riflessa nello specchio attraverso tecniche di fotopletismografia. I parametri misurati sono analizzati dal sistema per prevedere un livello di rischio di malattie cardiovascolari grazie ad una componente intelligente basata su regole diagnostiche che sono trasferite nella base di conoscenza del sistema direttamente in linguaggio naturale attraverso il formalismo della logica fuzzy. La soluzione proposta si configura come un dispositivo di Personal Healthcare economico e non invasivo che promette di migliorare la qualità della vita di pazienti affetti da malattie cardiovascolari. ma anche di prevenire l’insorgere di eventuali patologie in pazienti sani. Miracle si inquadra nell’ambito della medicina pre-primaria in quanto propone l’uso di un dispositivo di uso comune, lo specchio, grazie al quale il paziente può monitorare il proprio stato di salute in modo del tutto naturale e nel proprio ambiente domestico, evitando così una diretta interazione con il sistema sanitario.

Miracle è risultata tra le 100 startup selezionate per partecipare a DigithOn 2019 la grande maratona digitale italiana che si è svolta dal 5 all' 8 settembre a Bisceglie e che nasce come occasione per presentare il proprio progetto ad una platea di grandi investitori nazionali e internazionali, funzionari e dirigenti di istituzioni finanziarie e multinazionali, banche, fondi di investimento, analisti, venture capitalist e piccole e medie imprese: un meccanismo che supera di fatto il complesso iter di selezione per l’accesso al finanziamento, poiché i progetti vengono valutati direttamente dai comitati di investimento.

La start up si è aggiudicata il premio Confindustria in memoria di Gino Di Pace, manager barlettano di Exprivia, che consiste in uno stage in sede europea in una importante azienda del settore.


Lascia il tuo commento
commenti