L'appuntamento

​“Vivere la conoscenza di sé con il Mandala”​, a lezione da Antonia Barba

Iniziativa presso la sede dell'Università Popolare Santa Sofia di Trani

Attualità
Trani giovedì 16 maggio 2019
di Francesco Sinigaglia
Vivere la conoscenza di sé con il Mandala
Vivere la conoscenza di sé con il Mandala © n.c.

L’Università Popolare Santa Sofia, sita in via Firenze, 13 D a Trani, presenta il progetto “Vivere la conoscenza di sé con il Mandala” nell’ambito del quale la dott.ssa biscegliese Antonia Barba terrà il corso teorico-pratico sul tema, nonché un’introduzione tra arte e scienze umane in cinque incontri per sperimentare i benefici di questa pratica creativa.

Antonia Barba a proposito spiega: «Colorare o disegnare Mandala, in un’esperienza educativa guidata, con racconti mitici uniti alla pratica creativa, vuol dire acquisire alcuni strumenti per esercitare la consapevolezza in ogni situazione della vita, concedersi momenti di rigenerazione interiore durante la giornata e sviluppare una mentalità più armonica e accogliente verso le difficoltà quotidiane nel rapporto con gli altri». La dott.ssa Barba, inoltre, evidenzia quali possano essere i benefici dell’uso consapevole del Mandala: «Sviluppare la creatività della mente, valida per ogni ambito lavorativo; migliorare l’attenzione; sapersi concentrare, rilassare, tranquillizzare; rigenerare le energie mentali; imparare a gestire i confini».

Il programma:

  • Emozioni e cultura del Mandala. Vocabolario cromatico del disegno;
  • Benefici della pratica del Mandala nel rapporto mente-corpo;
  • Fiducia e cambiamento nel mito di Orfeo. Pratica del Mandala;
  • Conoscenza e speranza nel vaso di Pandora. Pratica del Mandala;
  • L’Albero della Vita, archetipo della crescita. Pratica del Mandala in collaborazione con l’artista Leonardo Cosmai.

Il calendario è organizzato nelle seguenti date: mercoledì 29 e giovedì 30 maggio, mercoledì 5, 12 e 19 giugno 2019 nella fascia oraria 16:45-18:45.

Per info e iscrizioni: 0883.1926781 – segreteria@unipopsantasofia.it.

Lascia il tuo commento
commenti