Rino è infermiere e scrittore, ogni volta che si ferma nasce una storia

Alveare. Nunzio aveva scritto un libro. La rubrica di Rino Negrogno

Povero Nunzio, domani è passato. Ma sarebbe bello leggere quel libro. I libri sono tutti belli e interessanti, non devono essere stati scritti per forza da grandi scrittori, hanno sempre e comunque qualcosa da dirti e da regalarti

Attualità
Trani venerdì 15 febbraio 2019
di La Redazione
Rino Negrogno e Nunzio Milillo
Rino Negrogno e Nunzio Milillo © Tranilive.it

Non ce l'ha fatta Nunzio Milillo, era rimasto coinvolto in un incidente stradale sulla Corato–Ruvo, il 14 gennaio e questa mattina è morto dopo un mese di coma. Una persona sensibile e altruista, non mancava mai di dispensare sorrisi e una parola dolce a chi lo incontrava, ma è inutile tessere lodi o scrivere epitaffi che potrebbero sembrare scritti come sempre si fa in occasione della sua morte.

Mi preme però far sapere, alla sua famiglia o a chi conosca la sua famiglia, io conoscevo solo lui sebbene lo conoscessi da tanti anni, che Nunzio aveva scritto un libro a cui teneva molto, desiderava pubblicarlo. Me ne aveva parlato a dicembre, mi aveva chiesto consigli su come fare a pubblicarlo, mi aveva fatto leggere qualche passo, per strada, e io, in una fredda mattina di questo inverno, lo avevo letto frettolosamente, come sempre si fa con chi ritieni di potergli dedicare tempo domani, perché in quel momento non si ha mai tempo, si ha altro a cui pensare.

Povero Nunzio, domani è passato. Ma sarebbe bello leggere quel libro. I libri sono tutti belli e interessanti, non devono essere stati scritti per forza da grandi scrittori, hanno sempre e comunque qualcosa da dirti e da regalarti. Il libro di una persona che non c’è più, che rischiamo di non leggere mai, avrà certamente molto da dirci, ci sussurrerà sicuramente quelle parole che non avevamo avuto il tempo di ascoltare.

Alveare 2017

1 Ernesto Che Guevara - 2 Al capezzale dei vecchi - 3 La visita medica - 4 Il sindaco è come il pesce - 5 L'incidente dell'ambulanza - 6 Le nonne che giocavano a tombola - 7 Vi racconto il mio primo appuntamento al buio con una donna - 8 Barresi-Bottaro: che brutta storia - 9 Lei è un medico? Una donna? - 10 Quello strano fascista di Pinuccio Tarantini - 11 Rossella è andata via da Trani - 12 Disabili vs. normodotati. Volete sapere chi ha vinto? - 13 Ciao Ivan, compagno di liceo - 14 Lettera di Gesù Bambino - 15 Non sparate a Capodanno

Alveare 2018

1 Il problema etico di Giuseppe Tarantini - 2 Il Pronto Soccorso - 3 Il corte di Acca Larentia - 4 La razza del mio cane - 5 Alfredo Albanese - 6 Quale giorno della memoria? - 7 Sai già a chi votare? - 8 Caro Michele - 9 Sanremo senza Facebook - 10 Una campagna elettorale monotona - 11 Cara, brumosa, desolata periferia - 12 La favola di Sfortunina - 13 Gli occhi di Marilena - 14 Il furto al centro trasfusionale - 15 Attaccatevi al tram - 16 Nicola, novantasei anni. Colto da malore - 17 La stiratrice Isoardi - 18 Violenza contro anziani e lavoro sottopagato delle badanti - 19 Così festeggiate la Liberazione? - 20 Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono - 21 Don Dino, il sacerdote di quartiere - 22 L'arrivo di Emiliano - 23 Un vaccino per la solidarietà - 24 L'uomo nudo con le mani in tasca - 25 Doppio senso di marcia sul lungomare - 26 Ma siamo uomini o caporali? - 27 Cronaca di una serata di anormalità - 28 Il passaggio a livello è chiuso - 29 Gli zingari mettono sempre d'accordo tutti - 30 Papà, e se ti infilza? - 31 Il razzismo ve lo spiego con la mitologia - 32 Tra qualche giorno nei porti approderanno i Santi - 33 La pistola ad aria compressa - 34 Il razzismo è vita e i preti tutti pedofili 35 - Il pomodoro e il sangue - 36 Non essere stupido - 37 Le polpette avvelenate di ignoranza - 38 Finalmente potrò andare a messa la domenica - 39 Ho commesso atti impuri - 40 Cara Cecilia di Lernia - 41 Aggredito il 118 - 42 L'ignoranza allontana, l'arte avvicina - 43 Chi sono io per giudicare? - 44 Il sindaco di Riace, la sindaca di Lodi e la sorella di Cucchi - 45 I soccorritori della Misericordia di Andria - 46 Ascoltiamo i bambini - 46 Nicola Landriscina, i suoi primi 40 anni - 47 A proposito di Silvia Romano che se l'è cercata - 48 Il carabiniere, Felice Di Lernia, Amedeo Bottaro e Stefano Cucchi - 49 Ehy tipa, vieni in camera con me! Portati un'amica - 50 La medicina narrativa di Maurizio Turturro e Guevara - 51 Ho finito il presepe

Alveare 2019

1 Sono felice anch'io - 2 Cesare Battisti - 3 Mi dispiace per il magistrato arrestato - 4 Francesco non era morto - 5 Il Giorno della Memoria. E gli altri morti? I morti vostri 6 Scendi il cane? Bazzecole, a noi non c'interessa dell'Accademia della Crusca

Altri articoli

Odierei gli indifferenti - L'albero segato - Riscoprire i giochi antichi - Ambulanze senza medico - Reddito di cittadinanza.

Lascia il tuo commento
commenti