La novità

Patentino della robotica: il futuro in classe al Vecchi

Il progetto si colloca in piena sintonia con l’introduzione del Liceo Matematico ( a.s. 2019/2020) che intende fare della matematica il collante culturale tra i saperi attraverso interdisciplinarità e didattica laboratoriale

Attualità
Trani venerdì 08 febbraio 2019
di La Redazione
Liceo Scientifico V. Vecchi
Liceo Scientifico V. Vecchi © n.c.

Al Liceo Vecchi si aprono sempre nuovi scenari in ambito scientifico che portano con sé molte opportunità e suggeriscono possibili sbocchi professionali come per il settore della robotica e dell’automazione , in forte sviluppo in tutto il mondo ( Il Sole 24 ore 17/05/2018). L’8 febbraio, presso l’Auditorium del Liceo Vecchi, a cura della Pearson, Casa Editrice molto attenta all’innovazione in ambito educativo in joint venture con la COMAU, azienda leader nel campo dell’automazione industriale, si è tenuta la presentazione del percorso utile per il conseguimento del patentino della robotica. La proposta didattica, riservata agli studenti del Liceo Vecchi per il nostro territorio, ha senza dubbio il carattere dell’eccellenza e si pone l’obiettivo di arricchire il curriculum degli studenti del liceo Vecchi , valorizzando in particolare lo sviluppo delle discipline STEM : Science – Tecnology – Engineering and Mathematics.

Il progetto si colloca in piena sintonia con l’introduzione del Liceo Matematico ( a.s. 2019/2020) che intende fare della matematica il collante culturale tra i saperi attraverso interdisciplinarità e didattica laboratoriale secondo un percorso nato presso l’Università di Salerno e sviluppato a diretto contatto con professori universitari. Il patentino della robotica, che progettualmente si coniuga con il PON FSE 2669, sulla cittadinanza digitale di prossimo avvio presso il Liceo Vecchi, si configura, quindi, come una certificazione di uso e programmazione di robot industriali, riconosciuta a livello internazionale, equivalente a quella rilasciata a professionisti e aziende. La proposta formativa è riconosciuta dal MIUR come percorso di alternanza scuola lavoro per un totale di 100 ore a studente. Gli alunni interessati possono conseguire la certificazione sostenendo un esame al termine di un percorso formativo che prevede studio on line su apposita piattaforma e in presenza , permettendo loro di diventare esperti di robotica già tra i banchi di scuola. Il futuro è davvero in classe al Vecchi.

Lascia il tuo commento
commenti