Rino è infermiere e scrittore, ogni volta che si ferma nasce una storia

Alveare. "Cronaca di una serata di normale anormalità". La rubrica di Rino Negrogno

Menomale che alla fine dell’intervento, trattato sul posto, il titolare di un bar ci offre una limonata fresca e non si fa pagare perché dice che siamo angeli

Attualità
Trani lunedì 11 giugno 2018
di La Redazione
Intervento del 118
Intervento del 118 © Tranilive.it

E mentre la ruota panoramica gira, la gente riversa guarda il cibo per strada (che è meglio sedersi in un ristorantino e pagare il servizio per risparmiare), i fuochi d’artificio divampano nel cielo arrossando la cuspide ottagonale di un attonito campanile, l’afa traspare dai vestiti delle ragazze e i ragazzi gliene sono riconoscenti, mentre tutto accade lentamente, arriva l’ambulanza del 118, proprio nel bel mezzo della celebrazione. Auto parcheggiata come spesso accade davanti ai dissuasori mobili di via San Giorgio, ma per fortuna i signori sono dentro e dopo la nostra sollecitazione bitonale, si sono immediatamente spostati; subito dopo, ragazzo seduto sul dissuasore, l’autista suona, io non avrei suonato, l’avrei fatto abbassare senza preavviso, sai le risate, si alza quasi stupito per la nostra inattesa e apparentemente inspiegabile richiesta; finalmente imbocchiamo via San Giorgio, è piena di gente che passeggia ilare, limacciosa; ci osservano come si osserverebbe un toro trovatosi improvvisamente nei paraggi, spaesato; evitiamo la sirena, non è un codice rosso, ma abbiamo i lampeggianti accesi che rendono pervinche le vetrine e variopinte fate dai capelli turchini le signore; ci osservano, ma non si spostano, continuano la loro passeggiata spensierata, mano nella mano; solo quando giungiamo a pochi millimetri, proprio come se fossimo davvero un toro, si spostano guardandoci di sottecchi e con un ghigno sardonico, sembrano avere tra le mani la muleta che lasciano scivolare, con appagata eleganza e riconosciuta spavalderia, sulle cifre dell’emergenza: 1…1…8, poi ridacchiano, provano a guardare dentro il vano sanitario per sorprendere il paziente, ammiccano in direzione dell’amata. Sono gli stessi che si incazzerebbero e si incazzano se giungiamo da un loro caro, con una gravissima crisi isterica, con qualche secondo, a loro insindacabile giudizio, di ritardo. Non poteva mancare la richiesta di soccorso per un malore sul molo e anche lì, giunti all’ingresso del “braccio”, furgoni e auto parcheggiate, non ci permettono di passare. Pazienza, si lo so fa caldo e i borsoni pesano, ma si corre a piedi dallo sventurato. Menomale che alla fine dell’intervento, trattato sul posto, il titolare di un bar ci offre una limonata fresca e non si fa pagare perché dice che siamo angeli, perché in quel momento, più che altro, mi sentivo un diavolo.

Alveare 2017

1 Ernesto Che Guevara - 2 Al capezzale dei vecchi - 3 La visita medica - 4 Il sindaco è come il pesce - 5 L'incidente dell'ambulanza - 6 Le nonne che giocavano a tombola - 7 Vi racconto il mio primo appuntamento al buio con una donna - 8 Barresi-Bottaro: che brutta storia - 9 Lei è un medico? Una donna? - 10 Quello strano fascista di Pinuccio Tarantini - 11 Rossella è andata via da Trani - 12 Disabili vs. normodotati. Volete sapere chi ha vinto? - 13 Ciao Ivan, compagno di liceo - 14 Lettera di Gesù Bambino - 15 Non sparate a Capodanno

Alveare 2018

1 Il problema etico di Giuseppe Tarantini - 2 Il Pronto Soccorso - 3 Il corte di Acca Larentia - 4 La razza del mio cane - 5 Alfredo Albanese - 6 Quale giorno della memoria? - 7 Sai già a chi votare? - 8 Caro Michele - 9 Sanremo senza Facebook - 10 Una campagna elettorale monotona - 11 Cara, brumosa, desolata periferia - 12 La favola di Sfortunina - 13 Gli occhi di Marilena - 14 Il furto al centro trasfusionale - 15 Attaccatevi al tram - 16 Nicola, novantasei anni. Colto da malore - 17 La stiratrice Isoardi - 18 Violenza contro anziani e lavoro sottopagato delle badanti - 19 Così festeggiate la Liberazione? - 20 Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono - 21 Don Dino, il sacerdote di quartiere - 22 L'arrivo di Emiliano - 23 Un vaccino per la solidarietà - 24 L'uomo nudo con le mani in tasca - 25 Doppio senso di marcia sul lungomare - 26 Ma siamo uomini o caporali?

Altri articoli

Odierei gli indifferenti - L'albero segato - Riscoprire i giochi antichi - Ambulanze senza medico

Lascia il tuo commento
commenti