L'approfondimento

Covid, vaccini ai bambini: a Trani pediatri in prima linea

Nessun hub scolastico per le somministrazioni. Vania: "I nostri studi aperti per offrire un ambiente meno traumatico"

Attualità
Trani lunedì 20 dicembre 2021
di Alessandro Landini
Dott. Rino Vania, pediatra
Dott. Rino Vania, pediatra © TraniLive

Sono partite lo scorso 16 dicembre le prenotazioni del vaccino contro il Covid per i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. In tutta la regione Puglia le famiglie potranno decidere di vaccinare i propri figli dal pediatra o nelle scuole che hanno allestito hub, a Trani invece la gestione sarà tutta in carico ai pediatri di famiglia, la cui collaborazione con la Asl per procedere alla gestione dei vaccini è stata totale. 

"Proprio oggi sono state consegnate le prime cento dosi di vaccino e stiamo procedendo all'organizzazione della campagna vaccinale" afferma il dott. Rino Vania, pediatra tranese. "Noi pediatri abbiamo preferito operare nei nostri ambulatori per evitare al minimo il disagio ai nostri piccoli pazienti. Riteniamo che questo possa tranquillizzare sia le famiglie che i bambini stessi i quali cominciano ad essere in grande sofferenza. L'isolamento che hanno subito sta avendo ripercussioni sia dal punto d ivista comportamentale che relazionale. Per anni abbiamo cercato di evitare che stessero tanto a lungo di fronte ai mezzi computer e videogioghi, in pratica li abbiamo condannati a vivere con i cellulari".

A pochi giorni dall'apertura delle prenotazioni il bilancio è positivo. Le prenotazioni avvengono direttamente negli studi dei pediatri, che amplieranno la disponibilità oraria degli studi per garantire appuntamenti per i vaccini scaglionati e non interferire con la normale attività ambulatoriale. "C'è stato un ottimo riscontro. È un onere notevole che noi pediatri stiamo svolgendo con entusiamo consapevoli che ci troviamo di fronte ad una situazione di assoluta emergenza" conclude il pediatra.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vincenzo ha scritto il 22 dicembre 2021 alle 16:51 :

    Nessun rischio Covid per i Bambini, mentre questi finti "vaccini" sono rischiosi e la responsabilità si scarica sui genitori che non vengono bene informati (il trial è iniziato Marzo 2021 e terminerà nel 2024, fate voi), poca serietà da parte dei Pediatri e soprattutto dell'associazione Nazionale che manca in tutto di "trasparenza". Rispondi a Vincenzo

  • Franco ha scritto il 21 dicembre 2021 alle 12:50 :

    Il vaccino che è un farmaco andrebbe prescritto dai pediatri e non solo consigliato. Devono prendersi le loro responsabilità in caso di conseguenze avverse, non basta fare i promoter. Rispondi a Franco

  • Annalisa L. ha scritto il 21 dicembre 2021 alle 12:03 :

    Non si capisce se i pediatri parlano da medici o da paladini di immensi interessi farmaceutici. Rispondi a Annalisa L.

    Isabella ha scritto il 22 dicembre 2021 alle 20:57 :

    Con tutta la stima che ho per il dottor Vania,non condivido questa propaganda di un siero sperimentale con MRNA genetico sui bambini,visto che i casi aumentano e il vaccino non sta funzionando...noi adulti ci siamo sottoposti obbligati a esperimenti,na sui bambini abbiate coscienza se c'è l avete senza pensare a business Rispondi a Isabella

  • Maria P. ha scritto il 21 dicembre 2021 alle 11:08 :

    Purtroppo stanno inoculando vaccini non sperimentati abbastanza (appena 2 mesi) su soggetti che non ne hanno assolutamente bisogno. E non sanno neppure dirci i pediatri se i vaccini vengono bucati o meno dalla variante Omicron. Rispondi a Maria P.