La chiusura della festa di Hanukkah con l'accensione dei lumi

Scolanova rinnova la cura della convivialità delle differenze con il rito di Chanukkà

Il Talmud racconta : nel Tempio appena riconsacrato fu trovata una piccola ampolla di olio puro con il sigillo del Sommo Sacerdote. L'olio poteva bastare per un solo giorno ma avvenne un grande miracolo: l'olio bruciò per 8 giorni

Attualità
Trani lunedì 06 dicembre 2021
di La Redazione
Trani, piazzetta Scolanova, il rito dell'accensione dei lumi
Trani, piazzetta Scolanova, il rito dell'accensione dei lumi © TraniLive.it

Con le luci natalizie sui palazzi che fanno da corona a piazzetta Scolanova, nel piazzale antistante la Sinagoga si è tenuto nella serata di ieri l'accensione dell'ottava luce della festa di Chanukkà. La comunità ebraica ha acceso l'ottava luce con la partecipazione del Rabbino Capo di Napoli Rav Ariel Finzi. Chanukkah significa in ebraico "inaugurazione" ed è una festività che dura otto giorni e commemora la consacrazione del Tempio di Gerusalemme dopo che un gruppo di guerrieri Ebrei, i Maccabei, miracolosamente sconfisse il potente esercito Greco-Siriano.

Hanno partecipato al rito anche il primo cittadino, Amedeo Bottaro, la consigliera regionale Debora Ciliento ed i referenti delle altre istituzioni religiose: il vescovo D'Ascenzo, una delegata dalla comunità ortodossa ed il referente della comunità islamica.

Il Talmud racconta che nel Tempio appena riconsacrato fu trovata una piccola ampolla di olio puro con il sigillo del Sommo Sacerdote. L'olio poteva bastare per un solo giorno ma avvenne un grande miracolo: l'olio bruciò per otto giorni, diffondendo una bellissima luce e dando così la possibilità ai sacerdoti di preparare l'olio nuovo. Fu così che i Maestri proclamarono che a partire dalla vigilia del 25esimo giorno del mese ebraico di Kislèv e per i successivi otto giorni gli ebrei celebrassero l'avvenimento del miracolo dell'olio che non si consumò. Per otto sere viene accesa una fiammella in più sulla Channukkia, un candelabro a 9 braccia (otto fiamme oltre allo shammash, il lume che serve ad accendere gli altri lumi). Channukkah manifesta in pieno l'universalità dell'ebraismo, che si esprime nel monoteismo e in una Legge divina e morale su ogni aspetto della vita quotidiana che anche chi non è ebreo può riuscire a condividere.

Lascia il tuo commento
commenti