L'evento

"Una, nove e centomila. Storie di bambine e di diritti condivisi", l'incontro tenutosi a San Luigi

Presentato il progetto "Una, nove e centomila" realizzato nel biennio 2019-2021 con la partecipazione delle socie delle sezioni e coordinato dalle attuali Past Presidenti

Attualità
Trani martedì 23 novembre 2021
di La Redazione
Auditorium San Luigi, evento delle sezioni Fidapa
Auditorium San Luigi, evento delle sezioni Fidapa © TraniLive.it

Il 20 Novembre 2021 presso l'Auditorium San Luigi di Trani si è tenuto l'evento Interclub dal titolo: "Una, nove e centomila. Storie di bambine e di diritti condivisi”, organizzato dalle sezioni Fidapa BPW - Italy di Andria, Bisceglie, Corato, Modugno e Trani, con il patrocinio del Distretto Sud-Est e dei Comuni delle città delle sezioni organizzatrici.

Nell'ambito dell'evento è stato presentato il progetto "Una, nove e centomila" realizzato nel biennio 2019-2021 con la partecipazione delle socie delle sezioni e coordinato dalle attuali Past Presidenti Annalisa Zaccaro, Mariarosaria Basile, Teresa De Meo, Maria Grazia Altavilla e Maria Mazzilli. Il progetto, ha avuto vita durante il periodo dello scorso lockdown, ha prodotto un testo di narrativa per ragazzi, che tratta i nove articoli della “Carta dei Diritti della bambina”. Quest’ultimo è un documento ispirato alla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia del 1989, nato come enunciazione di principi di valore morale e civile per incidere sul piano istituzionale, sulle coscienze e stimolare l’opinione pubblica a dibattere delle problematiche e dei diritti legati al genere femminile già dalla tenera età, al fine di eradicate gli stereotipi che limitano la libertà partecipazione e affermazione sociale da adulte.

L’Associazione auspica che il progetto ed il testo narrativo possano essere accolti dalle istituzioni, dalle altre associazioni e soprattutto dalle scuole, affinché possano farsi loro stesse promotrici di tali importanti valori, in linea con i programmi di Educazione Civica, previsti dalla Legge n. 92/2019, ovvero con gli obbiettivi dell’Agenda 2030 e precisamente al goal n. 4 “Istruzione di qualità” e goal n. 5 “Parità di Genere”.

Lascia il tuo commento
commenti