L'intervista

Si vola in alto soltanto insieme: il primo mese del centro "Gli Aquiloni"

“In questo centro i bambini non saranno mai un numero. Puntiamo a realizzare dei progetti anche per i fratellini di questi bambini"

Attualità
Trani lunedì 11 ottobre 2021
di Aurora Bucci
Le professioniste del centro Gli Aquiloni
Le professioniste del centro Gli Aquiloni © Tranilive.it

“Gli aquiloni riescono a restare in volo solo se qualcuno riesce a portarli nella giusta direzione del vento e quelle persone siamo noi genitori”. Queste le parole che racchiudono l'idea dietro la nascita del centro “Gli Aquiloni”, un centro sociale polivalente nato dall’amore di una madre e dal suo desiderio di fornire sostegno concreto a coloro i quali vivono la disabilità sulla propria pelle. Ad un mese dall’inaugurazione, avvenuta lo scorso giovedì 9 settembre, ci siamo recati presso la sede del centro in Via Giacchetti n. 26 per conoscere più da vicino questa nuova realtà tranese.

Ad accoglierci l’ideatrice e responsabile del centro, Caterina Pascalone e la dott.ssa Maria Giovanna Mascolo che si occupa di analisi del comportamento e psicomotricità funzionale. Quello de “Gli Aquiloni” è un vero progetto ad ampio respiro ma al primo posto vi è l’obiettivo di fornire un’educazione trasversale a bambini autistici e/o con altre forme di disabilità. La responsabile crede con fermezza in un centro che possa essere un punto di riferimento anche per i genitori di questi bambini. “Il dolore della diagnosi, alla fine, appartiene più a noi genitori. Nel momento in cui si accoglie un bambino con disabilità si deve accogliere anche la sua famiglia” spiega Caterina.

Grazie al lavoro attento di un gruppo eterogeneo di professionisti, tra cui analisti del comportamento, psicologi, tecnici del comportamento, logopedisti e psicomotricisti, ogni bambino viene seguito con cura attraverso attività mirate e studiate appositamente. Tutti gli interventi si basano sui principi dell’analisi comportamentale, in particolar modo sulla comunicazione funzionale. “Ci occupiamo anche delle autonomie per insegnare loro a fare sin da subito da soli. Questo è importante perché i bambini di adesso saranno adolescenti e poi giovani adulti.” chiarisce la dott.ssa Mascolo.

Tanti i progetti in cantiere e le idee per il futuro del centro, a partire dalla simulazione di gruppi-classe, di gruppi sportivi, oltre a progetti di danza movimento-terapia. Grazie a Caterina e all’analista del comportamento Maria Giovanna Mascolo abbiamo compreso quanto sia grande la soddisfazione di poter fornire un aiuto ed un sostegno concreto ai bambini e alle loro famiglie. Un invito che la responsabile vuol fare a chiunque decidesse di affidarsi al team del centro “Gli Aquiloni” si esprime con la promessa di farsi carico non solo del bambino ma della famiglia nella sua interezza. “In questo centro i bambini non saranno mai un numero. Puntiamo a realizzare dei progetti anche per i fratellini di questi bambini, affinché non sentano il peso di alcune inevitabili mancanze” dice Caterina Pascalone.  

Lascia il tuo commento
commenti