Il commento del sindaco

Assembramenti, domenica da record. Bottaro: "C'è un senso preoccupante di irregolarità"

Il commento del primo cittadino alla luce dei maxi assembramenti e della folla record registrata in città nella giornata di ieri

Attualità
Trani lunedì 01 marzo 2021
di La Redazione
Amedeo Bottaro, sindaco di Trani
Amedeo Bottaro, sindaco di Trani © n.c.

"Le sanzioni non bastano: c'è un senso preoccupante di irregolarità". Questo il commento del sindaco di Trani Amedeo Bottaro alla luce dei maxi assembramenti e della folla record registrata in città nella giornata di ieri. "Sembrava di registrare la stessa affluenza di pasquetta del periodo ante covid" continua il primo cittadino. "Mi rendo conto che le temparature e il fascino della città invoglino ad atteggiamenti che però sono irresponsabili e da evitare. Ho visto e sentito molti commenti di giovani ieri che fanno molta tristezza, nessuno si rende conto che tutti gli interventi mirano a tutelare la loro salute, dei loro genitori e dei loro nonni".

La situazione più critica in termini di assembramenti e resse si è registrata in zona porto ed in via Lagalante, epicentri della movida tranese e già sotto i riflettori di amministrazione e forze dell'ordine.

"Ho chiuso alcune vie ma non posso chiudere l'intera città. Credo ci penserà il Governo nel traformarci a breve in zona arancione. Evidentemente la popolazione non è ancora così matura da comprendere che si potrebbbe vivere bene con le giuste precauzioni senza dover entrare in zona arancone e limitarci ancora di più le libertà".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 01 marzo 2021 alle 21:10 :

    Piuttosto oggi un noto quotidiano nazionale ha titolato: Il sacco del Covid. 2 miliardi di affari opachi nel mirino di venti Procure. Indagini su tangenti, sprechi e appalti truccati. Rispondi a Franco

  • 1brutto ha scritto il 01 marzo 2021 alle 19:58 :

    Mi delude l'analisi del Sindaco Bottaro, fa spallucce su di un fenomeno che conosce benissimo, l'invasione della città di Trani nei weekend, non è cosa nuova. Come fa a sostenere di essere impotente di fronte a questa pacifica invasione, molto pericolosa in questo frangente. Che autorevolezza dimostra, nel momento in cui rimanda a responsabilità future ed eventuali, iniziative della Regione Puglia? Non so se farà piacere ai cittadini tranesi questo atteggiamento. Rispondi a 1brutto

  • Concetta Ungaro ha scritto il 01 marzo 2021 alle 15:09 :

    La maggior parte non erano Tranesi.Noi nemmeno siamo usciti per non stare tra tutta quella gente.Pero' un po' di lavoro ci vuole per i ristoratori.Speriamo bene per tutti. Rispondi a Concetta Ungaro

  • Gianni ha scritto il 01 marzo 2021 alle 13:09 :

    La città stava piene da forestieri, i tranesi quelli sono. Rispondi a Gianni

  • franco ha scritto il 01 marzo 2021 alle 11:55 :

    vorrei semplicemente far notare a chi di dovere (il Sindaco mi scuserà,spero) che per popolazione deve intendersi tutto il comprensorio NORD BARESE COME SE NOI TRANESI NON sbagliamo abbastanza...comunque stante le cifre riportate sembra una presa per i fondelli altro che sanzioni ecccecc- organizzate una taskforce unitaria (PS CC E VV UUe chi più ancora esercito)eallora si avrebbe una stretta decisiva almeno dal punto di vista spettacolare e credo efficace deterrente soprattutto per i commerciati e ristoratori che non se ne fregano nulla...anzi Rispondi a franco

    Brno ha scritto il 01 marzo 2021 alle 13:57 :

    Ma i ristoranti che colpa hanno della gente che passeggia in gruppo per strada? Se i ristoranti rispettano tutte le regole a loro imposte perché prendersela con loro? E poi il problema non e il Tranese.. Ma il resto della gente che viene da fuori Rispondi a Brno

    Porto bello ha scritto il 04 marzo 2021 alle 08:56 :

    "il resto della gente che viene da fuori" è sempre stata una risorsa per la città di Trani, che non i soli tranesi vivrebbe, aimè, di "pagherò". Cordiali saluti da un tranese doc Rispondi a Porto bello