Il fatto

Anche ad agosto Open days Puglia fa il pieno di turisti anche nella Bat

Dopo i numeri eccezionali di luglio, nelle prime settimane di agosto si conferma la bontà del progetto

Attualità
Trani domenica 16 agosto 2015
di La Redazione
Puglia Open Days nel centro storico di Trani
Puglia Open Days nel centro storico di Trani © n.c.

Alcuni sono monumenti famosi in tutto il mondo, ma ci sono anche luoghi e opere che si rivelano al visitatore come vere e proprie perle, poco conosciute, autentici capolavori dell’arte e dell’architettura inseriti in paesaggi straordinari e ambienti meravigliosi.

Sono i grandi e piccoli tesori – castelli, cattedrali, chiese, musei, aree e parchi archeologici, centri storici – inseriti nel progetto Puglia Open Days, alla sua quarta edizione, promosso dall’Assessorato Regionale al Turismo e attuato da PugliaPromozione, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, la Conferenza Episcopale Pugliese, l’ANCI Puglia e l’Unpli Puglia.

Ogni sabato sera in Puglia l’arte fa lo straordinario grazie a un fittissimo programma di attività e visite guidate che coinvolge oltre 280 beni culturali, comprendenti i tre luoghi pugliesi dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’Umanità (Castel del Monte, i trulli di Alberobello e il santuario di Monte Sant’Angelo) e 108 centri storici, dalle località più note ai borghi meno conosciuti.

A luglio in 50mila hanno partecipato alle attività di Puglia Open Days, e in provincia di Barletta-Andria-Trani in oltre 4mila hanno scelto di scoprire il patrimonio culturale della provincia, che comprende oltre 113 siti e beni culturali, di cui 33 chiese, abbazie,basiliche e cattedrali, 16 Musei e Pinacoteche, 5 aree archeologiche, 7 palazzi e dimore storiche, 5 castelli, 5 siti ipogei, 3 ecomusei, 2 biblioteche e archivi, 1 teatro storico e 35 centri storici, in 11 Comuni.

Nella top ten dei beni più visitati in Puglia figurano il Castello Svevo di Trani, ed è rilevante anche l’affluenza a Castel del Monte,  all’area archeologica di Canosa di Puglia, al Museo Civico di Barletta, alla Pinacoteca De Nittis presso Palazzo della Marra,e alla Sinagoga Scolanova a Trani.

Da parte dei turisti, soprattutto stranieri, si evidenzia la voglia di visitare i piccoli borghi, alla scoperta dell’autenticità e dell’ospitalità pugliesi. Grande affluenza anche alle visite guidate nel centro storico di Canosa di Puglia, ma anche nei centri storici di Andria e Barletta.

Ad agosto il viaggio continua con una particolare attenzione alle famiglie, con attività pensate per i piccoli turisti. Con Puglia Open Days for Kids i centri storici e i beni culturali diventano più ospitali e a misura di bambino, grazie a laboratori didattici, spettacoli, visite guidate tematiche. In programma visite guidate per bambini ad Andria, Barletta, Bisceglie, Canosa di Puglia e Trani.

Continuano inoltre le visite guidate alla Cattedrale dell’Assunta, al Santuario della Madonna dell’Altomare e al centro storico di Andria, al Castello Svevo, al Museo Civico, alla Cattedrale e scavi, alla Pinacoteca De Nittis alla Chiesa di Santa Maria degli Angeli a Barletta, al Castello Svevo, alla Cattedrale di San Nicola Pellegrino, alla Sinagoga Scolanova a Trani, alla Concattedrale di Bisceglie, a Palazzo Sinesi, Parco Archeologico e Antiquarium di San Leucio, a Palazzo Iliceto, agli Ipogei comunali e Ipgei Lagrasta a Canosa di Puglia, al Museo Storico della Salina a Margherita di Savoia, al centro storico di Minervino Murge, alla Concattedrale e centro storico, con apertura alla Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea, del Palazzo Caputi, della Torre dell’orologio e della grotta di San Cleto,  di Ruvo di Puglia, al Museo Civico di San Ferdinando di Puglia, al centro storico, con apertura della Pinacoteca Michele De Napoli, a Terlizzi e al Museo Archeologico degli Ipogei a Trinitapoli.

 

Lascia il tuo commento
commenti