Le origini

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Silvia Falco
profiloSez

Come Atene fu fondata da Cecrope, Tebe da Cadmo e Roma da Romolo, anche Trani vanta un’origine leggendaria: secondo una lapide murata nell’atrio del palazzo che da qualche anno ospita gli uffici della Pretura Circondariale, dovrebbe essere stato Tirreno, mitico figlio dell’eroe omerico Diomede, re di Argo, il nostro predecessore mitologico. Turenum è infatti il nome latino di Trani derivato da Tyrenus. Ma le radici della nostra città affondano in un passato antichissimo anche senza ricorrere alla leggenda: importanti rinvenimenti archeologici rivelano l’esistenza di insediamenti urbani addirittura in età preistorica (età del Bronzo Antico, Medio – tra il XV e XI sec.a.C. – e del Ferro). L’esistenza di un porto, conca naturale formata dall’azione erosiva di un torrente, il clima mite, il mare pescoso, il terreno fertile, l’abbondanza di tufo e la pietra calcarea per la costruzione delle prime case, favorivano l’insediamento dei primi abitanti. Una tra le tesi più accreditate sulla fondazione di Trani ne attribuisce il merito a mercanti Lidii che si occupavano del commercio di ambra soprattutto con i Micenei. Inizialmente insediati nell’attuale Emiglia-Romagna, si avvicinarono gradualmente alla terra di Trani che si presentava come una soluzione ottimale sia dal punto di vista logico che ambientale. Questi mercanti Lidii erano guidati da Tirreno e questo giustificherebbe l’antico nome della città “Tirrenum” poi divenuto “Turenum” forse per  un errore di trascrizione. Ma alcune discrepanze documentali mettono in dubbio la solidità di questa tesi: Turenum non è citata nell’Itinerarium Antonii Augusti, che descrisse il percorso da Ancona a Brindisi, senza omettere neanche il più piccolo nucleo abitato; in compenso, però, è citata nella Tabula Peutingeriana (copia del XIII secolo di un'antica carta romana che mostra 200.000 km di strade, ma anche la posizione di città, mari, fiumi, foreste, catene montuose ed è ritenuta uno dei più preziosi documenti di geografia e topografia antica).
Secondo lo storico tranese Prologo, la città è sorta nel III sec.d.C. e il suo nome originario sarebbe stato “Trana” o “Tranae”, vocabolo della tarda latinità con cui si indicava un bacino marino racchiuso in due braccia di terra, immagine che evoca la configurazione del nostro porto. Ma ci sono comprovati eventi storici ingenerosi verso questa ricostruzione: San Redento, cittadino tranese, morì nel 240; San Magno, Vescovo tranese, fu martirizzato nel 254, entrambi episodi circoscrivibili ad un periodo precedente rispetto a quello considerato.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Trani

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno