Memorie e Folklore

Poesie, racconti, canzoni popolari, filastrocche, motti, soprannomi.

U megghie matremonie iaie cudde tra nu surde e na mute


Il migliore matrimonio è quello tra un sordo e una muta

Nan maure ce l’acquista ce nan nasce cudde ca l’ava strusce


Chi ha acquisito ricchezza nella vita non muore prima che sia nato chi sperpererà il patrimonio

‘Mbigne e carambagne


Impegno è una parola inventata tanto per fare rima

Zuoppe a ballé e scialbe a candè


Gli zoppi si mettono a ballare e gli scialbi a cantare (per indicare persone che pretendono di fare proprio le cose che non potrebbero fare)

Allegre de chiazze e tribale de case


Chiassoso in piazza e torpido in casa (per indicare persone che si dimostrano allegre nella socialità mentre in famiglia hanno un atteggiamento cupo)

Quante u diavele t’accarezze, vaule l’alme


Quando il diavolo t’accarezza vuole l’anima

U patreune du ciucce vé a l’appìete


Il padrone del ciuccio va a piedi (colui che ha la possibilità di godere di certe comodità e privilegi, magari anche in relazione alla sua professione o ai suoi averi, finisce per privarsene)

Addò stanne gardìedda assé, mé face iuerne


Dove ci sono molti galli non diventa mai giorno (quando ci sono troppe persone che vogliono comandare non si arriva mai ad una decisione)

U megghie ameiche, la mugghia petrata


Ci si può aspettare il più grosso dispetto da un amico

La cumbedenze porta la malacrianze


La confidenza porta la maleducazione

Che nu <seine> t’embicce e che nu <naune> te spicce


Con un <sì> t’impicci con un <no> ti sottrai ad ogni onere

Male nan fè e pagure nan è


Se non fai del male non devi avere paura

Sanda Chiare preime fu arrebbate e pau se facèie la porte de fìerre


La Chiesa di Santa Chiara prima fu saccheggiata e poi le fu messa la porta di ferro (devono succedere le disgrazie prima che sia garantita la sicurezza di luoghi e persone)

Accatta u’mbrelle quanne iai buene tìempe, ca u male tìempe nan manche mè


Compra l’ombrello quando è bel tempo perché il cattivo tempo non manca mai

Tre sa le potente: u pape, u raie e cudde ca nan taine niente


I potenti sono tre: il papa, il re e chi non ha niente

Cate u prevete saupe all’altare Iaie na desgazie; Cate u sacrestane Ste ‘mbriache, cudde puerche


Cade il prete dall’altare ed è una disgrazia, cade il sacrestano ed è ubriaco, quel porco! (quando si hanno dei pregiudizi su una persona è facile fraintendere ogni situazione che la riguarda)

Ce vù gabbè u veceìne Culchete subbete E ielzete de materne


Se vuoi gabbare il vicino vai presto a dormire e alzati al mattino

Tutte le cause male me vanne: l’acqua m’assuche e u saule m’ambanne


Tutte le cose mi vanno male: l’acqua mi asciuga e il sole mi bagna

Iune nan serve e l’alte nan vale


Uno non serve e l’altro non vale ( per indicare due persone o cose ugualmente inutili in quanto incapa o non funzionali)

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Trani

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno