Il racconto di 365 giorni di pallacanestro tranese

Il 2017 del basket tranese, il racconto di un anno di crescita

E' stato un anno nettamente positivo per il basket tranese tra promozione, derby e grandi ambizioni.

Basket
Trani domenica 31 dicembre 2017
di Vincenzo Avveniente
La Fortitudo festeggia nel giorno della salvezza conquistata ai Play Out 2017.
La Fortitudo festeggia nel giorno della salvezza conquistata ai Play Out 2017. © Nc

Il 2017 è stato un anno nettamente positivo per il basket tranese e può racchiudersi in un’unica parola: crescita. Le maggiori formazioni cittadine, Fortitudo e Juve Trani, sono state impegnate nei primi mesi dell’anno rispettivamente in Serie D e Promozione, ma è solo una questione di tempo a dividerle perché ad ottobre è tornato il derby tranese che da anni mancava al PalaAssi.

Il roster biancoazzurro ha cominciato con difficoltà l’avvio del nuovo anno in serie D. La neopromossa Fortitudo chiude uno strepitoso 2016 piazzandosi a metà classifica del girone A dopo aver totalizzato cinque vittorie su undici match. Lo spiraglio dei PlayOff è a portata di mano, ma il pessimo girone di ritorno regala solo una vittoria ai tranesi spingendoli nei bassi piani della graduatoria per la lotta salvezza. Il punteggio finale della regular season è di 12 punti, con un terzultimo posto che inserisce la formazione di coach Corvino nel girone A dei PlayOut. L’incubo retrocessione si presenta nella prima sconfitta degli spareggi, ricevuta sul parquet della Virtus Molfetta il 4 marzo. Sarà l’ultima delusione stagionale dei tranesi, perché da quel momento capitan Di Lauro e compagni riacquistano la determinazione utile a non perdere più un colpo e incassare sette vittorie su sette partite. Primo posto assoluto, salvezza in cassaforte con largo anticipo e Barbera miglior marcatore della squadra con 437 centri.

La Fortitudo guadagna la permanenza e nel frattempo la Juve Trani la raggiunge. Nel girone A di Promozione Pugliese c’è un’altra squadra tranese, l’Avis Basket, ed alla fine del girone d’andata il roster juventino colleziona solo due sconfitte. Da gennaio a marzo comincia il dominio della formazione di Coach Palieri, imbattuta per tutto il girone di ritorno e qualificata ai PlayOff con 32 punti. L’Avis Basket ne conta 16 e passa invece alla lotta salvezza. E’ con 16 punti e zero sconfitte che il sogno della Juve Trani si realizza e Galantino guida la squadra verso la Serie D con 460 marcature. All’Avis Basket di coach Amoruso bastano tre vittorie per regalare un’altra gioia alla pallacanestro tranese, ma decidendo di iscriversi in Prima Divisione per la stagione successiva a causa di necessità societarie, lì dove troverà la seconda formazione targata Fortitudo di recente nascita, i “Cavaliers”.

Il bilancio di giugno è decisamente ottimo: l’estate della Fortitudo passa tra serenità e riconferme, con i nuovi acquisti Santos e Logoluso che si aggiungono al blocco di Triglione e squadra, mentre l’ex biancoazzurro Mavelli passa alla Juve Trani con Osuji e Banys. L’inizio della stagione 2017-2018 comincia col botto: l’8 ottobre è subito derby al PalaAssi ed è vittoria Fortitudo. Le due squadre vincono quattro match di fila, poi per la Juve è stop con la Virtus Molfetta mentre nella giornata successiva la Fortitudo è fermata in casa del Barletta con cui condivide il primo posto. Da fine novembre c’è un blackout per i bianconeri, che incassano quattro sconfitte di fila tra cui il ritorno della stracittadina. Importante rilevanza va data alla sportività delle due squadre tranesi, autrici di un derby che ha regalato una meravigliosa giornata di sport e rispetto in un disteso clima di sana rivalità, così come dimostra la simpatica intervista doppia realizzata da TraniLive ai due coach. Mentre il PalaAssi offre docce fredde nel già gelido novembre, la Fortitudo incastona quattro vittorie ed il 17 dicembre, complice la sconfitta del Barletta, conta 20 punti ed un primo posto solitario in classifica che li qualifica campioni d’inverno.

Un anno roseo il 2017, con la possibilità che nel prossimo 2018 coach Corvino possa condurre i suoi verso l’impresa PlayOff e ambire ad un grande sogno, nella speranza che anche la Juve Trani possa trovare la vittoria e inseguire le orme dei cugini biancoazzurri. Il basket tranese c’è e cresce sempre di più, buon anno a tutto il mondo della pallacanestro!

Lascia il tuo commento
commenti