Trani "partecipa" alla chiusura della kermesse

Puglia protagonista della chiusura di Casa Sanremo: domani cena a base di prodotti pugliesi

La Puglia sarà la star dello show cooking del mattino e della cena, che sarà servita anche al vincitore del Festival

Spettacolo
Trani venerdì 09 febbraio 2018
di La Redazione
Elena Brulli
Elena Brulli © Tranilive.it

Alla serata finale del 68° Festival di Sanremo si parlerà pugliese. Anzi, si mangerà pugliese. La Puglia quest’anno è infatti la grande protagonista della giornata che chiuderà i battenti di Casa Sanremo Vitality’s, il luogo per eccellenza dell'accoglienza degli addetti ai lavori durante il festival, fulcro dell'intrattenimento e delle iniziative che si svolgono in città. Domani, sabato 10 febbraio, nella sala roof saranno messi in vetrina e cucinati i prodotti portati a Sanremo dalla delegazione ufficiale guidata da Elena Brulli, presidente dell’associazione Forme e delegata per la Puglia di Gruppo Eventi, presieduta da Vincenzo Russolillo, patron di Casa Sanremo Vitaliti’s, diretta da Daniela Serra e con la partecipazione di Angelo Contaldo, responsabile palco eventi. Un’iniziativa che gode del patrocinio dell'Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia.

Sarà una giornata ricca di appuntamenti. Si parte la mattina, con la registrazione del nuovo format di Casa Sanremo, “L’Italia in vetrina. Viva Sanremo”, durante il quale sarà realizzato un cooking show con la partecipazione dell’attrice comica pugliese Lia Cellammare e del vincitore della quarta edizione di Masterchef, Stefano Callegaro, che cucinerà durante il programma orecchiette tipiche baresi con variazione di ceci neri della Murgia carsica (presidio Slow food), cime di rape e pomodoro Regina di Torre Canne (presidio Slow food).

Nel pomeriggio, invece, sono in programma le interviste pubbliche alle istituzioni e alle aziende che fanno parte della delegazione pugliese, composta da Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti e presidente dell’associazione “Il Cuore della Puglia” (a Sanremo con i Comuni di Acquaviva, Cassano e Cellamare), un delegato di “Mangia la Cultura” (progetto della Confcommercio Bari e Bat), un delegato di “Eat” (Confcommercio), Severino Carlucci, presidente del Consorzio Peranzana Alta Daunia, Pasquale Cinieri, titolare della Golosa di Puglia, ed Egidio Cioli, titolare dell’azienda Cioli, produttrice della porchetta di Ariccia Igp Regione Lazio (ospite della Puglia). Della delegazione fa parte un altro ospite della Puglia, l’azienda agricola del dott. Mario Castelluccio di Senise, che però ha partecipato allo show cooking della Basilicata, il 6 febbraio.

La cena, infine, è in programma a partire dalle ore 21 e sarà servita con l’utilizzo di questi prodotti: mozzarelle della Golosa di Puglia, olio del Consorzio Peranzana, porchetta di Aricchia di Cioli Egidio, vino delle Cantine di Gioia, cece nero Ferventazioni di Cassano, vino delle Tenute Chiaromonte, focaccia barese di Di Serio Bari, frutta di “Natura e Qualità”, Pasta Marella Fruit (presidio Slow food), pane di Altamura e assortimento biscotti e taralli di Giuseppe Di Gesù, sospiro di Bisceglie dell’omonimo consorzio, Pallone di Gravina con mostarda, cipolla rossa e ceci neri dell’azienda agricola Iannone Anna, liquore amaro Limolivo e taralli biologici di Isola Sociale.

Nel corso della serata si terrà uno showcase di Alex Britti, mentre subito dopo la proclamazione a Casa Sanremo arriverà il vincitore del Festival della Canzone, a cui naturalmente sarà servita la cena pugliese.

Nel corso dello show cooking e delle interviste ai protagonisti saranno proiettati il videoclip della canzone “Noi siamo il Cuore della Puglia”, brano cantato dall'attore Paolo Sassanelli, un inno ai paesi aderenti all’associazione “Il Cuore della Puglia”, e un video realizzato da “Mangia la Cultura”.

Lascia il tuo commento
commenti