Sabato 22 aprile

T' e dit: ciclo di incontri sulla creazione di comunità.

Un dialogo con la comunità locale per favorire il confronto con realtà che hanno generato una consapevolezza identitaria virtuosa, sostenibile e collaborativa.

Trani venerdì 21 aprile 2017
di La Redazione
Biblioteca Comunale "G. Bovio" © Tranilive

Sabato 22 aprile prende il via “T’e dit”, un ciclo di incontri sulle pratiche possibili per la creazione di comunità. Ispirati da alcune dinamiche sociali che hanno preso piede in vari contesti urbani, gli incontri aprono un dialogo con la comunità locale per favorire il confronto con realtà che hanno generato una consapevolezza identitaria virtuosa, sostenibile e collaborativa.

L’iniziativa, promossa dall’ assessorato alle culture della città di Trani, è stata ideata e progettata, e sarà realizzata, da Uffa (Urban Future For All), un collettivo che nasce con l’intento di proporre alla città spazi ed occasioni, istituzionali e non, per creare comunità e definire un’identità culturale locale, partendo dal basso. Le azioni del collettivo sono tese a sperimentare soluzioni concrete, volte al miglioramento dell’ambiente che quotidianamente abitiamo. Uffa propone alla città delle modalità di inclusione e partecipazione che vadano al di là della mera illustrazione delle buone pratiche di city making, auspicando l’integrazione dei partecipanti in un processo di confronto e co-creazione di soluzioni.

Gli incontri si terranno nella sala Maffuccini della biblioteca comunale di Trani (ogni incontro comincerà alle ore 17.30). Il 22 aprile si inizia con l’esperienza di Villaggio Portazza Social street (INstabile Portazza) di Bologna. Il 6 maggio è la volta di MEDIPERlab/Permacultura mediterranea di Bari e di CasaNetural di Matera. Il 19 maggio tocca a Impact Hub di Bari e infine, il 9 giugno, si chiude con l’esperienza di Learning Cities di Bari.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette