Note polemiche

Consiglio comunale, ordine aggiuntivo in extremis. Lima: "Valuteremo denuncia"

L’assemblea dovrebbe dare il via definitivo al nuovo contratto di servizio, della durata di sette anni, con l’Amiu per la raccolta e il trasporto dei rifiuti urbani

Politica
Trani giovedì 26 ottobre 2017
di La Redazione
Consiglio comunale
Consiglio comunale © Donato De Ceglie

Dovrebbe essere uno dei consigli comunali più importanti della storia della città degli ultimi anni e non parte nel migliore dei modi. Il consigliere comunale Raimondo Lima, capogruppo Fdi-An, fa sapere che due giorni fa, alle 16.13 è giunto per l'ennesima volta (prima di un consiglio) un punto in più all'ordine del giorno. «Ancora una volta, aggiungono un punto all'ordine del giorno a poco più di 48 ore dal Consiglio Comunale. Questa volta si tratta del bilancio consolidato. E va bene che vi votate tutto, ma ci date il tempo almeno per leggere le carte?» scrive Lima.

Venerdì 27 ottobre alle ore 10 (in seconda convocazione lunedì a 30, alla stessa ora). L’assemblea dovrebbe dare il via definitivo al nuovo contratto di servizio, della durata di sette anni, con l’Amiu per la raccolta e il trasporto dei rifiuti urbani. L’affidamento diretto ‘in house’ prevede, specificatamente, che la società a totale partecipazione pubblica svolga il servizio domiciliare di “porta a porta” sull’intero territorio città, secondo quanto previsto dal piano esecutivo dei servizi di igiene urbana redatto dal Conai insieme all’Amiu, nel giugno 2016. Il punto è il numero 5 dell’ordine del giorno della seduta e, se non ci saranno intoppi, questo consentirà di estendere finalmente la raccolta ‘porta a porta’ sull’intero territorio comunale, dove il servizio si ferma a un piccolo quadrilatero compreso tra corso Cavour, via Aldo Moro, via Tasselgardo e il lungomare Chiarelli.

All’ordine del giorno del Consiglio comunale, oltre all’approvazione verbali sedute precedenti (26 – 29 maggio e 9 – 12 giugno 2017), ci sono anche la comunicazione della delibera di G.C. n.131 del 20/7/2017 con prelevamento dal fondo di riserva; l’approvazione del Dup (Documento unico di programmazione) 2018 – 2020; la revisione straordinaria delle partecipazioni ex art. 24, D.Lgs 19 agosto 2016 n.175, con ricognizione delle partecipazioni possedute e provvedimenti; l’affidamento diretto in house dei servizi di igiene urbana nel Comune di Trani per la durata di sette anni; approvazione modifiche con separazione funzionale dello statuto di Amet spa; l’approvazione del regolamento comunale sull’occupazione di suolo pubblico mediante allestimento di dehor di attività stagionali e continuative; l’approvazione del regolamento comunale per la disciplina dell’utilizzo delle aree di sgambatura per cani; l’approvazione dello schema di Regolamento di Polizia Mortuaria del Comune di Trani.

«Valuteremo denuncia alla prefettura per questo reiterato comportamento irrispettoso nei confronti di tutti I consiglieri comunali della città» chiude il consigliere.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette