Il fatto

Sembrava un furto ma è stato un incidente: ed il pirata della strada è fuggito

L'ipotesi più accreditata al momento è che si sia trattato di un incidente

Cronaca
Trani martedì 07 agosto 2018
di La Redazione
Tentato furto di un'autovettura in zona Colonna
Tentato furto di un'autovettura in zona Colonna © Tranilive.it

Una tranquilla mattinata di mare può trasformarsi in poco tempo in un momento di rabbia. Come? Andando a recuperare l'auto, per esempio, e ritrovarla schiantata contro un palo della segnaletica stradale. È accaduto ad una coppia questa mattina in piazza Marinai d'Italia, di ritorno dal bagno a Colonna. La loro auto non era parcheggiata lì dove l'avevano parcheggiata qualche ora prima ma l'hanno ritrovata qualche decina di metri più giù.

Quello che sembrava un furto messo in atto in piena mattinata tra passanti, turisti e bagnanti, in realtà potrebbe essere stato un incidente ma potranno dirlo soltanto le immagini di videosorveglianza della zona. L'auto infatti, ritrovata dai legittimi proprietari, non aveva segni di effrazione se non la maniglia dello sportello anteriore lato guidatore.

L'ipotesi più accreditata al momento è che si sia trattato di un incidente: l'auto è stata speronata posteriormente ed ha cominciato una lenta discesa. Chi ha causato l'incidente o altri passanti, probabilmente per tentare di bloccare la vettura avrebbero così rotto la maniglia tentando di rallentare la corsa dell'auto che si è poi schiantata contro un cartello stradale. Il blocco sterzo ed il sistema di avvio del motore non presenta alcun segno di manomissione. Sul lato posteriore dell'auto è invece presente vernice rossa, lasciata quasi sicuramente dalla vettura tamponante.

Il fatto è stato denunciato alle forze dell'ordine. Non si tratta di un furto ma è comunque allarmante: è la seconda volta nel giro di poche settimane che chi provoca incidente in piazza Marinai d'Italia (qualche giorno fa una ragazza fu investita mentre era in bicicletta) poi fugge senza lasciare traccia.

Indagano le forze dell'ordine.

Lascia il tuo commento
commenti